Reggio Calabria, concorso nazionale “Turismi accessibili”: primo posto per la Video Guida Lis [FOTO]

/

Concorso nazionale “Turismi accessibili”: primo posto per la Video Guida Lis. Votata come migliore prassi per il superamento delle barriere percettive

 Lis3 Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria sarà aperto a Pasqua e Pasquetta per permettere ad appassionati e turisti di ammirare le bellezze del patrimonio della Calabria antica, in occasione delle imminenti festività. L’apertura, dalle 9 alle 20, con ultimo ingresso alle 19.30, sarà riproposta anche per il prossimo 25 aprile. E giusto ieri Palazzo Piacentini ha potuto registrare vivo apprezzamento e riscontri positivi, da parte del croceristi della nave NeoRiviera, sbarcata al Porto di Reggio, per una sosta in città. Ma ben più significativa, la notizia, di questi giorni, del primo premio per la “Video Guida Lis” del Museo Archeologico al concorso nazionale “Turismi accessibili – Giornalisti, Comunicatori e Pubblicitari superano le barriere”, quale opera più votata dal pubblico per il 2016/2017. Il riconoscimento, organizzato dall’associazione Diritti Diretti e voluto da Simona Petaccia, giornalista e presidente della Onlus, ha registrato per il suo secondo anno oltre 30 opere iscritte, con un incremento sempre maggiore di partecipanti e votanti. L’obiettivo del#PTA17 è stato quello di coinvolgere e divulgare idee e buone prassi che rendano accessibili i luoghi di cultura e turistici. «È doveroso ricordare che il progetto per la Video Guida Lis del MArRC è partito grazie alla sensibilità della Soprintendente Simonetta Bonomi che ha creduto nella validità della piattaforma – afferma il Direttore Carmelo Malacrino. Oggi il museo si presenta sempre di più come una struttura inclusiva e aperta a tutti. Il risultato verso cui tendiamo è quello di aprirci a nuovi linguaggi, pensando a percorsi tattili che possano coinvolgere anche i non vedenti nella scoperta della storia della Calabria antica».

La video guida, presentata quasi un anno fa, è stata realizzata dalla digi.Art, Servizi digitali per l’arte, presieduta da Rosanna Pesce, con il patrocinio dell’Ente Nazionale Sordi. È un sistema multimediale che, su diverse piattaforme digitali, da quelle installate nelle isole espositive del Museo, ai tablet a disposizione dei visitatori, a internet, permette il superamento degli ostacoli percettivi per i sordi, migliorando la visita a Palazzo Piacentini. «Abbiamo lavorato molto per ottenere il via al progetto – commenta Rosanna Pesce. E oggi c’è grande soddisfazione per il risultato raggiunto. Tra le strutture di rilievo nazionale il sistema è presente solo ai Musei Vaticani e in qualche realtà museale del Veneto, per cui certamente Reggio è un centro di avanguardia. C’è anche l’orgoglio – conclude – di aver risposto alle esigenze di una categoria di utenti dai quali abbiamo avuto feedback più che positivi». Per Giuseppe Musicò: «La piattaforma non è semplicemente un video, ma un sistema complesso e completo che funziona su qualsiasi supporto informatico. Uno strumento in continua evoluzione e aggiornamento anche sulla base delle collezioni temporanee del Museo. E in più – aggiunge- è un valido strumento didattico per le scuole perché consente la visualizzazione anche in rete al link: www.videoguidalis.it/marrc». Il premio è stato seguito e valutato da oltre 1300 le persone che, oltre alla commissione tecnica preposta. hanno valutato i progetti. La premiazione sarà nel mese di maggio in una cerimonia apposita che si auspica possa avvenire proprio al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria.