fbpx

Premiata studentessa liceo “Nostro”di Villa San Giovanni alle Olimpiadi di Astronomia

La studentessa di Villa San Giovanni, dopo aver superato le severe prove selettive, ha disputato la gara teorica e la prova pratica della finalissima cremonese con concentrazione e determinazione

foto alexia verduciSi è conclusa la XV Edizione delle Olimpiadi italiane di Astronomia organizzata dall’Istituto nazionale di Astrofisica e dalla Società Astronomica Italiana (SAIt) con il patrocinio del Miur, che si è svolta presso il Liceo Scientifico e delle Scienze Applicate Statale “Gaspare Aselli” di Cremona .

La Giuria della Finale Nazionale, composta da Dott. Mauro Dolci (Osservatorio Astronomico di Teramo),Dott.ssa Daria Guidetti (Istituto di Radioastronomia di Bologna),Dott.ssa Giulia Iafrate (Osservatorio Astronomico di Trieste; membro supplente), Dott. Agatino Rifatto (Osservatorio Astronomico di Napoli),Dott. Gaetano Valentini (Osservatorio Astronomico di Teramo), Dott. Giuseppe Cutispoto (Osservatorio Astrofisico di Catania; segretario, membro supplente), ha decretato i 10 vincitori,5 per la categoria junior e 5 per la categoria senior; tra i cinque vincitori, categoria junior, cui è stata assegnata la medaglia d’oro “Margherita Hack” c’è Alexia Verduci, allieva del Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate “Luigi Nostro” di Villa San Giovanni.

La studentessa villese, dopo aver superato le severe prove selettive – cui hanno partecipato 5946 iscritti, di cui 850 ammessi alla finale interregionale – insieme ai 41 ammessi ha disputato la gara teorica e la prova pratica della finalissima cremonese con concentrazione e determinazione, sicura della solida preparazione acquisita grazie anche alle efficaci lezioni svolte presso il Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria, diretto dalla prof.ssa Angela Misiano, con il quale la Dirigente dell’I.I.S. ”Nostro – Repaci” prof.ssa Maristella Spezzano ha attivato un’intensa collaborazione.

La studentessa ha fruito delle opportunità culturali offerte ai partecipanti: Tour della città di Cremona,Visita al “Museo del violino”, Visita Museo di Storia Naturale, Pendolo di Foucault (Cattedrale di Cremona), Conferenza “2020: Occhi degli Astronomi”, perché le Olimpiadi sono anche un’occasione di incontro con i ricercatori oltre che di confronto con altri ragazzi in uno scenario scientifico di ampio respiro.

Il brillante risultato della competizione nazionale è stato accolto con grande soddisfazione dalla Dirigente Spezzano e dai docenti che hanno avuto conferma dell’alta valenza dei percorsi didattici intrapresi e delle attività di potenziamento finalizzate alla valorizzazione del merito scolastico.