Messina: Santino Barbera riconfermato Segretario generale della Filca Cisl Sicilia

Il messinese Santino Barbera si riconferma segretario della Filca Cisl Sicilia

santino barbera-2.jpgIl messinese, Santino Barbera, 54 anni, originario di Patti, è stato riconfermato segretario generale della Filca Cisl Sicilia. L’elezione è avvenuta a conclusione dell’assise di due giorni degli edili della Cisl siciliana, svoltasi al Mondello Palace Hotel. Eletti anche Antonino Cirivello, come segretario aggiunto, e Franco Iudici quale componente di segreteria.

Centomila posti di lavoro sono andati in fumo in questi anni nel settore delle costruzioni – ha commentato Barbera – principalmente per l’incapacità istituzionale e politica a programmare gli interventi. La realizzazione di oltre mille opere è in fase di stallo da anni perché mancano i progetti esecutivi, la Sicilia detiene il primato di regina delle incompiute in Italia e rispetto al 2015 le gare d’appalto sono calate del 56%”. Il segretario generale degli edili della Cisl siciliana ha puntato l’indice contro le lentezze burocratiche. “Per realizzare un’opera pubblica in Sicilia servono 7 anni in media, 3 e mezzo in più di quelli del resto d’Italia – ha sottolineato Barbera – per colpa di una burocrazia inefficiente e di procedimenti troppo farraginosi. Occorre snellire concretamente gli iter amministrativi perché altrimenti inutile parlare di sviluppo”.

Per Barbera, “le istituzioni e la classe politica hanno la gravissima responsabilità di non saper programmare, limitando gli interventi alle logiche dell’emergenza”. “Si agisce solo per riparare un danno già avvenuto – ha dichiarato il segretario della Filca Cisl Sicilia – mai per prevenirlo. Basta con gli slogan sui mille cantieri che stanno per partire. Non si prendano in giro i siciliani e i 100mila edili disoccupati con promesse elettorali. Le risorse ci sono, non ci sono alibi per non spenderli”.