Zeman in conferenza stampa, prima di Reggina-Vibonese: “pronti alle battaglie, la Curva sud? scelta da rispettare”

Terminata la conferenza stampa prima del deby salvezza con la Vibonese. Zeman non nasconde la voglia di arrivare il prima possibile alla salvezza rivolgendo un pensiero ai tifosi amaranto

Zeman KE’ terminata da circa mezz’ora la conferenza stampa di mister Karel Zeman. Poche indicazioni su quella che sarà la formazione che scenderà in campo domani alle 18:30 contro la Vibonese in uno dei match più importanti per la zona calda della classifica. De Francesco e Botta hanno lavorato bene in settimana ma quello che emerge tra le domande e le risposte è una sola : da domani inizia una vera e propria battaglia: Non si può più sbagliare e se all’andata è stata più una partita di calci che di calcio, soprattutto da parte rossoblù, domani oltre l’aspetto  tecnico ed agonistico una cosa è certa, i ragazzi non saranno disposti a prenderle. Giocheremo come abbiamo sempre fatto, sfruttando il fattore casa, siamo pronti al primo scontro diretto e a lottare su ogni pallone”

Sulla domanda riguardo al modulo che sceglieranno gli avversari Zeman si disinteressa riguardo la scelta di mister Campilongo: “quello che importa è pensare prima a noi,K Zeman come sempre, conterà l’atteggiamento in campo sin dal primo minuto, all’andata hanno messo la sfida sul piano fisico, noi la punteremo sul nostro gioco ….senza che questo precluda il fatto di non dover lottare…anzi!”
Mancano nove partite, è chiaro che ottenere prima i punti per la salvezza il prima possibile, ma se dovessimo ottenerli nelle ultime cinque partite, la cosa che conta è raggiungere l’obiettivo finale; faremo il possibile, difficile prevedere il futuro, pertanto domani in caso di vittoria o meno sappiamo che da qui alla fine avremo altri  scontri diretti. Domani anche se scenderemo in campo già conoscendo gli esiti dagli altri campi questo non inciderà minimamente su quella che deve essere la prestazione in campo”
Il mister viene chiamato in causa anche sulla decisione della Curva Sud di restare in silenzio.

Mancherà il supporto della Curva mister, non sarebbe meglio cercare di coinvolgere o fare un appello ai tifosi in vista di una partita importante?

“E’ una scelta che va rispettata per chi continua a portare avanti una propria battaglia. In questo mondo ci sono a volte situazioni e leggi che tutelano i forti e gli ultras in questo caso sono la parte debole. La situazione che attaversa il calcio è particolare …..capisco la protesta e va rispettata, capisco chi deve applicare certe decisioni imposte dall’alto, capisco chi deve attenersi alle leggi vigenti ed è pronto a giudicare”