Viola ad un passo dalla retrocessione, clamorosa protesta della Curva: il durissimo comunicato

La Curva della Viola Reggio Calabria alza la voce dopo l’ennesima stagione deludente, pronta una clamorosa protesta in vista delle prossime partite

violaCURVA VIOLA - Situazione delicatissima in casa Viola, i neroarancio si trovano in una situazione delicatissima di classifica ed il baratro sembra vicino. La Curva neroarancio ha deciso di uscire allo scoperto attraverso un comunicato: “SALVEZZA!  È questa ormai la missione della Viola e deve essere SALVEZZA a tutti i costi!  Lo chiede la Curva Massimo Rappoccio con il Total Kaos in testa, ma anche centinaia e centinaia di tifosi che domenicalmente, fino a ieri, hanno voluto dare fiducia ad una squadra che ha collezionato decine di pesanti passivi, facendo diventare piccolo piccolo quello che negli anni era diventato un MITO. Anni in cui, ad un passo dal baratro, ci si è sempre rialzati con dignità ed orgoglio, centrando l’obiettivo finale. Ma adesso la misura è colma. Non si può più aspettare che qualcosa cambi il corso delle cose, che sembra orientato verso una fine ingloriosa. Ai giocatori, ai quali non abbiamo risparmiato critiche anche pesanti, non abbiamo nulla da chiedere se non impegno e professionalità; d’altra parte chi non è riuscito ad entrare nella mentalità del MITO VIOLA in una stagione, non potrà farlo nelle ultime cinque (o più) gare”.  

viola 5“Alla società e all’allenatore, però, non possiamo perdonare gli ormai costanti errori, che si traducono in cocenti sconfitte al limite della sopportazione. Siamo stanchi di una società che da diversi anni fa la squadra a settembre e la cambia in corsa durante la stagione, mandando i pezzi pregiati a vincere le partite altrove, e condannando Reggio Calabria ad un progetto fallimentare che oggi prende il nome di “cantera”.  Non se ne può più di presidenti e dirigenti che invece di pensare a come risollevare la baracca, litigano coi tifosi sui social network, in una generale isteria che coinvolge i rapporti tra dirigenti stessi.  La società quest’anno si è rivelata assente sul territorio, avvolta in un silenzio assordante.  La Viola è della gente di REGGIO CALABRIA, e la gente è stata allontanata senza la volontà di creare nessun tipo di iniziativa per gremire il palazzetto nei momenti cruciali della stagione, quando una vittoria in più avrebbe pesato tanto, nell’economia del campionato!  Non una decisione appare condivisa, ed anche quando lo è si rivela fallimentare!”

viola-7“In più, dopo mesi e mesi di fiducia accordata al coach, non si può negare che la squadra appaia allo sbando: non ci interessa entrare nel dettaglio tecnico, a Noi interessa altro.  Per guidare una squadra giovanissima (ma non troppo) e cangiante nel tempo (unico alibi!) serviva personalità ed esperienza che chi è alla guida della Viola oggi, ahinoi non ha dimostrato!  È ovvio che, con una situazione del genere alle spalle, anche i giocatori non trovino gli stimoli e la carica giusta per affrontare quelle che da qui alla fine saranno delle vere e proprie finali… per la sopravvivenza! Occorre quindi, ADESSO E NON DOMANI, una reazione da parte della società che possa scuotere in maniera positiva e definitiva tutto l’ambiente VIOLA! La Curva, con il TOTAL KAOS in prima linea, come sempre del resto, annuncia già da ora che, dopo aver seguito la squadra ovunque per l’intera stagione, senza una presa di posizione che possa scuotere l’ambiente, non esclude la possibilità di disertare (in trasferta e in casa) le tribune dei palazzetti in segno di protesta per l’incompetenza dimostrata in questa stagione, su tutti i fronti. Siamo consci della gravità della decisione, ma non vogliamo partecipare ad un finale di stagione la cui conclusione appare già scritta da altri: A NOI DELLA CATEGORIA NON CE NE FREGA UN CAZZO! PER NOI CONTA LA MAGLIA E LA CITTA’! TOTAL KAOS RC 1990″.