Vibo Valentia: sequestrata circa una tonnellata di gasolio di provenienza illecita

Controlli a Vibo Valentia: scattato il sequestro del gasolio di illecita provenienza nonché la denuncia di 2 soggetti per il reato di contrabbando di prodotti petroliferi

vibo valentia gasolio finanzaProseguono incessanti i controlli delle Fiamme Gialle Vibonesi a contrasto del dilagante fenomeno delle frodi tributarie nel settore petrolifero. Recentemente, infatti, i militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Vibo Valentia hanno sottoposto a controllo numerosi mezzi di trasporto, alcuni dei quali sono stati scoperti a circolare privi della regolare documentazione fiscale necessaria a comprovare che il prodotto petrolifero trasportato fosse stato effettivamente assoggettato al pagamento dell’accisa. In particolare, a seguito di un’apposita verifica tecnica del livello del carburante trasportato all’interno di alcune autocisterne sottoposte a controllo, i finanzieri hanno accertato che le stesse trasportavano un quantitativo superiore, per un surplus pari a circa 1 tonnellata, rispetto a quello che avrebbero dovuto movimentare sulla base del relativo Documento di Trasporto, in totale evasione delle previste imposte. Immediato, pertanto, è scattato il sequestro del gasolio di illecita provenienza nonché la denuncia all’A.G. di 2 soggetti per il reato di contrabbando di prodotti petroliferi. Il costante impegno profuso dalle Fiamme Gialle nella tutela degli interessi erariali nonché del mercato dei beni e servizi, costituisce una linea d’azione fondamentale nell’ambito delle funzioni di polizia economico-finanziaria attribuite al Corpo. Si tratta di un contributo imprescindibile che mira a garantire non solo il recupero delle imposte evase, ma anche la libera e leale concorrenza all’interno dei mercati.