Tesi di laurea alla Luiss “Guido Carli” di Roma incentrata sull’esperienza di Reggio Calabria in tema di Giustizia Riparativa

tesi di laureaL’esperienza portata avanti dal Comune di Reggio Calabria in collaborazione con la Casa Circondariale di Arghilla’, il Tribunale di Sorveglianza e l’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Reggio Calabria, ideata e promossa dal Garante dei diritti delle persone private della libertà personale del Comune di Reggio Calabria, avv. Agostino Siviglia, in tema di “giustizia riparativa”, è stata  presentata quale modello nazionale di riferimento alla prestigiosa Università “Luiss Guido Carli” di Roma.

In effetti, l’ampio riferimento all’esperienza di Reggio Calabria, è contenuto nel’importante lavoro scientifico elaborato e discusso nella Tesi di Laurea della neo dottoressa Ylenia Parziale, premiata con la votazione di 110 ed un punto per tesi di “particolare pregio”, per la tematica affrontata.

In specie, lo studio scientifico ha approfondito l’esperienza riparativa dei tre detenuti del carcere di Aghilla’ che stanno svolgendo lavoro volontario e gratuito in favore della collettività, occupandosi della manutenzione del verde pubblico cittadino, in base al Protocollo d’Intesa sottoscritto fra le diverse Amministrazioni interessate, il 7 giugno 2016.

Reggio Calabria diviene così un modello di riferimento positivo per la virtuosa prassi realizzata in tema di giustizia riparativa che, certamente, la colloca all’avanguardia su tutto il territorio nazionale, nel delicato ambito del recupero e del reinserimento sociale di chi ha delinquito.

Qualche volta, dunque, anche le esperienze positive della nostra Città riescono ad essere veicolate all’esterno, al di là dei qualunquistici cliché negativi, tanto da divenire  oggetto di studio scientifico e approfondimento accademico.

E le buone notizie che ci riguardano meritano di essere conosciute.