Rizziconi (RC): grande partecipazione alla raccolta alimentare dell’Ordine Costantiniano

A Rizziconi una “tonnellata” di solidarietà

DIDASCALIA Cavalieri, Dame e volontari durante la raccoltaCome annunciato lo scorso fine settimana si è svolta la raccolta alimentare promossa dal Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio – Delegazione Calabria – presso il centro commerciale  “Parco degli Ulivi” di Rizziconi (RC).

Diversi Cavalieri, Dame e volontari, provenienti da tutte le province calabresi, si sono alternati per due giorni partecipando a questa iniziativa dell’Ordine calabrese. Tantissime le derrate alimentari, di facile conservazione e di largo consumo, che i calabresi hanno voluto donare ai meno fortunati attraverso la catena di solidarietà creata dall’Ordine Costantiniano.

Il Commendatore Aurelio Badolati, delegato Vicario dell’Ordine Costantiniano in Calabria, ha così commentato questa iniziativa: “Ancora una volta, abbiamo avuto la conferma del grande cuore che hanno i calabresi, caratteristica tipica della gente perbene di questa terra. In questi giorni abbiamo assistito ad una corsa alla solidarietà contro ogni più rosea aspettativa. Conserviamo nei nostri cuori la discrezione e l’umiltà di tanti calabresi, di diversa estrazione sociale, che hanno contribuito a questa raccolta alimentare. E’ evidente che la riuscita di questa iniziativa ci obbliga a ripeterci anche in altri centri calabresi. Queste esperienze, oltre che maturarci nell’animo, creano un forte senso di responsabilità e ci fanno comprendere quanto siano importanti le attività come queste a favore dei meno fortunati. Voglio concludere ringraziando a nome dell’Ordine Costantiniano la grande generosità dei nostri corregionali” .

Alcuni numeri di questa raccolta alimentare: 400 kg di pasta, 150 Kg di salsa/pelati, 200 Kg di biscotti, 100 litri di latte, 100 Kg di farina, 100 Kg di zucchero, 50 litri di succhi di frutta oltre ad altre decine di chili per altri prodotti alimentari. “A questo punto sarà cura dell’Ordine Costantiniano distribuire questi beni di prima necessità ai bisognosi attraverso le parrocchie del territorio. Infine, ci appare doveroso esprimere un ringraziamento all’Amministrazione del Parco degli Ulivi per aver permesso questa iniziativa”.