Rifiuti a Reggio Calabria, Dieni: “disastroso il modello Falcomatà”

rifiuti reggio emergenza (5)“La gestione del settore rifiuti a Reggio Calabria risponde al “Modello Falcomatà”: incassare i soldi dei cittadini senza pagare quanto dovuto alla Regione”. Lo afferma la deputata del M5S Federica Dieni, che aggiunge: “sono stati da poco diffusi i dati sui debiti maturati dai Comuni calabresi nei confronti della Regione relativamente ai tributi per il conferimento dei rifiuti. In un panorama desolante, che vede la stragrande maggioranza dei municipi in stato di allarmante morosità, spicca per distacco il passivo della città dello Stretto”.

“Reggio – prosegue la parlamentare – deve alla Regione qualcosa come 21 milioni di euro per gli anni che vanno dal 2013 al 2015. Di questi, circa 10 riguardano il biennio 2013-2014, gli altri 11 il solo 2015. Non serve un particolare sforzo di memoria per ricordare che proprio il 2015 è il primo anno di governo di Falcomatà, un sindaco che, con ogni evidenza, ha ignorato i doveri di ogni buon amministratore “dimenticando” di pagare le tasse. Quelle stesse tasse sui rifiuti che la maggior parte dei cittadini di Reggio corrisponde con puntualità e precisione per avere quei servizi dignitosi che, negli ultimi due anni, purtroppo non si sono visti”.

“Resta da capire – conclude Dieni – qual è il piano, se ne esiste uno, ideato da questa amministrazione per risanare il passivo nei confronti della Regione. I cittadini, dopo aver subìto sulla loro pelle gli effetti del nefasto “Modello Reggio”, non vorrebbero ritrovarsi a pagare pure le storture del “Modello Falcomatà””.