Reggio Calabria: “reggini e messinesi insieme per ripristinare i collegamenti aerei”

Il Club di Territorio di Reggio Calabria e il Touring Club Italiano (TCI) esprimono il proprio rincrescimento per la comunicazione di Alitalia di sospendere  dal 27 marzo i voli da e per l’Aeroporto dello Stretto

aeroporto dello stretto alitalia (7)Il Club di Territorio di Reggio Calabria, con la condivisione del Touring Club Italiano (TCI) esprime il proprio rincrescimento per la comunicazione di Alitalia di sospendere  dal 27 marzo p.v. i voli da e per l’Aeroporto dello Stretto, tale accadimento rappresenta per la città e per il suo territorio un salto all’indietro nelle potenzialità turistiche e per lo sviluppo ad esse collegate. Infatti gli aeroporti più vicini distano 130 km, quello di Lamezia, e 110 km, quello di Catania cui deve aggiungersi l’attraversamento dello Stretto, con conseguenti difficoltà di organizzazione di servizi di trasporto di terra per collegare tali scali con le città di Reggio e Messina. Gli attuali collegamenti richiedono percorrenze non inferiori a 120 minuti. Alla luce della difficile situazione dello scalo aeroportuale dello Stretto il TCI, non limitandosi a stigmatizzare le responsabilità e le colpe, invita l’intera comunità reggina e messinese a operare insieme con le rappresentanze istituzionali affinché si giunga ad un rapido ripristino dei collegamenti aerei da e per l’aeroporto di Reggio Calabria anche in un’ottica di sistema aeroportuale regionale. Non va infatti assolutamente dimenticato che Reggio, dal punto di vista economico, turistico e culturale, come l’intera regione Calabria, vanta un enorme potenziale che non può essere così penalizzato.