Reggio Calabria: “maglia nera per il comune nel settore dello smaltimento dei rifiuti”

Il Consigliere Comunale Antonio Pizzimenti si scaglia contro l’amministrazione comunale per la gestione del settore dello smaltimento dei rifiuti

rifiuti-2La questione dell’Aeroporto dello Stretto non sembra essere l’unico argomento spinoso che vede sotto accusa l’Amministrazione Falcomatà. Il settore dello smaltimento dei rifiuti a Reggio Calabria sembrerebbe avere grosse problematiche che l’opposizione non manca di mettere in luce. E’ il consigliere comunale di Forza Italia Antonio Pizzimenti a muovere delle accuse. “Anche nel settore dello smaltimento dei rifiuti Reggio Calabria occupa, purtroppo, la maglia nera dei comuni morosi accumulando debiti pari a 11 milioni di euro secondo i dati diffusi dalla Regione Calabria sui tributi non pagati dai municipi nel 2015, 310, infatti, sono morosi su un totale di 409.  Emerge uno scenario davvero sconcertante se si aggiunge il passivo che ammonta a 10 milioni di euro maturato nel biennio precedente quando Palazzo San Giorgio era gestito dalla terna commissariale. Inoltre, riguardo ai debiti degli anni 2013-2014 pare che il Comune avesse predisposto un piano di rientro. La Giunta Falcomatà, in questi due anni e mezzo di amministrazione, è riuscita a fare peggio incrementando in maniera esorbitante l’indebitamento. Questo significa, purtroppo, che i comuni morosi non potranno contare sui fondi regionali per gli investimenti“. La situazione sembrerebbe però non meritare attenzione e non mancano le accuse nei confronti del governo nazionale. “Solo una settimana fa avevamo denunciato – aggiunge il consigliere Pizzimenti- come Reggio si era classificata ultima in graduatoria nel bando teso a favorire ‘interventi per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate’ perdendo di fatto l’opportunità di avere un finanziamento cospicuo che avrebbe contribuito a dare una boccata d’ossigeno ad una città che si trova completamente allo sbando a causa di un’Amministrazione  non all’altezza di dare risposte concrete alle esigenze dei cittadini che vivono quotidianamente in una realtà problematica. I cittadini si sentono abbandonati da una Giunta guidata da un sindaco imbrigliato più in logiche partitocratiche che dedito ai veri problemi della città e, soprattutto, della periferia abbandonate al loro destino. Come farà Falcomatà a gestire la città Metropolitana se fino ad oggi mancano le risposte ai servizi essenziali rispetto a quelle che sono le esigenze primarie senza tener conto della mancata progettualità? Una città che non ha una sua dimensione nonostante risulti la quinta in Italia per superficie. A quando l’approvazione del piano strutturale Comunale? Mi chiedo cosa stia facendo il ‘Governo- amico’ per Reggio   nonostante i numerosi incontri romani, le visite ufficiali e ufficiose tenutesi anche in riva allo Stretto. Il bilancio della sua amministrazione è certamente fallimentare poichè in questi anni è stata incapace di produrre risultati positivi in grado di mantenere le promesse di cambiamento così decantate in campagna elettorale ai cittadini“.

 ” Il mio impegno politico – conclude Pizzimenti -  è stato sempre caratterizzato da un forte senso di responsabilità verso i problemi che attanagliano un territorio dal già fragile tessuto sociale. Pertanto, continuerò a vigilare sull’operato di una Giunta che, attualmente, non tutela e non garantisce una città lasciata al degrado e nei cui confronti si perpetrano continue spoliazioni nel silenzio assordante di chi dovrebbe difenderla ma non ha, forse, l’autorevolezza e la capacità per farlo“.