Reggio Calabria, disabili: approvato il contributo per assistenza domiciliare e servizi di cura [INFO]

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria approva gli interventi per i cittadini affetti da gravi disabilità

disabilitaL’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria ha approvato un avviso pubblico contenente interventi in favore di persone affette da disabilità gravissime con le relative  procedure di accesso al  contributo di euro 600 mensili per l’acquisto di servizi di cura ed assistenza domiciliare.

Hanno diritto all’accesso coloro che risultano privi di autonomia motoria ed in condizioni di dipendenza vitale  per compromissioni delle funzioni respiratorie e nutrizionali, necessitanti di assistenza continua nelle 24 ore. Le condizioni per accedere al contributo economico sono indicate dal  Decreto Ministeriale 26 settembre 2016 art. 3 comma 2 e di seguito riportate:  1) essere in condizioni di disabilità gravissima e di dipendenza vitale; 2) essere beneficiari dell’invalidità civile e dell’indennità di accompagnamento, o comunque riconosciuti non autosufficienti ai sensi dell’all. 3 del Decreto Presidente del Consiglio n. 159/2013; 3) essere beneficiari della L. 104/1992, art. 3 comma 3; 4) non superare il limite di reddito fissato in euro 60.000, certificato con attestato ISEE; 5) non essere ricoverato in condizioni di continuità presso una struttura socio-sanitaria ovvero sanitaria di tipo residenziale; 6) non usufruire di altri interventi e servizi socio/assistenziali erogati dai comuni,  talché  l’accettazione dell’assegno di cura è sostitutiva di ogni altra prestazione di carattere socio/assistenziale.

Le istanze per accedere al contributo dovranno essere inviate esclusivamente per raccomandata con ricevuta di ritorno all’ASP di Reggio Calabria, Affari Generali- Ufficio Protocollo, Via S.Anna II tronco n. 18/P Palazzo Tibi. Le istanze devono essere tramesse utilizzando il modello di domanda allegato al  DGR 364/2016 e deve essere indicato il Distretto Sanitario competente per territorio nel cui comprensorio ricade il comune dove è domiciliato il richiedente. La domanda deve essere firmata dal richiedente ovvero dal Tutore, Curatore, Amministratore di Sostegno o altro soggetto previsto per legge con allegata idonea documentazione rilasciata dalle autorità competenti. Tutta la certificazione e documentazione comprovante lo stato di salute ed il diritto di accesso al contributo deve essere allegata alla domanda.

Coloro che versano in uno stato vegetativo, di minima coscienza, in coma o con lesioni spinali per eventi traumatici il cui accertamento non sia stato ancora definito possono comunque accedervi, nelle more della definizione del processo di accertamento, in presenza di una diagnosi medica di patologia o menomazione da parte dello specialista di riferimento che accompagni il rilievo funzionale, allegando alla domanda copia di richiesta all’Inps. Parimenti nel caso in cui il riconoscimento della L. 104/1992 sia in itinere, è necessario allegare alla domanda copia della richiesta all’Inps.

Non è previsto un termine per la presentazione della domanda, il contributo sarà erogato fino alla disponibilità dei fondi stanziati per tali finalità dal Dipartimento Politiche Sociali della Regione Calabria.

L’Avviso con allegati modello di domanda, modello di certificazione e tutte le informazioni necessarie è stato pubblicato sul sito web aziendale www.asprc.it alla voce “avvisi” e trasmesso a tutti i Distretti Sanitari ed ai Comuni capofila con i quali è prevista la massima collaborazione.