Reggio Calabria: conferenza dei Servizi presso la sede nazionale Anbsc

L’incontro a Reggio Calabria è stato occasione di confronto per i Comuni per approfondire le modalità di utilizzo dei beni confiscati

reggio calabria _ dall'altoSi è tenuta in data odierna presso la sede ANBSC  di Reggio Calabria la quarta Conferenza dei Servizi organizzata in forma simultanea con l’utilizzo della piattaforma telematica “OPEN Re.G.I.O.”, per la destinazione di 162 beni immobili siti in quattordici comuni della fascia ionica reggina, in gran parte ricadenti nel territorio della Locride. Si tratta dei comuni di Africo, Benestare, Bianco, Bovalino, Caulonia, Gioiosa Jonica, Grotteria, Locri, Marina di Gioiosa Jonica, San Luca, Sant’Ilario dello Jonio, Siderno, Stignano, Stilo.

Alla presenza del Dirigente della Direzione beni confiscati dell’Agenzia Nazionale Dott.ssa Matilde Pirrera e della Dott.ssa Cosima Di Stani Vicario della Prefettura di Reggio Calabria, i Rappresentanti degli Enti Territoriali, Comuni, Regione e Citta Metropolitana, e della Direzione Regionale dell’Agenzia del Demanio hanno espresso in conferenza e nell’ambito del procedimento di destinazione dei beni confiscati, manifestazione d’interesse all’acquisizione degli immobili proposti, il cui valore complessivo è pari a circa 8.330.000 Euro.

Quasi tutti i Comuni, eccetto Africo e San Luca, tramite volontà espressa a mezzo di deliberazione della Giunta municipale o della Commissione straordinaria, hanno aderito alla richiesta inoltrata dall’Agenzia Nazionale esprimendo l’intenzione di utilizzare i beni per soddisfare, in massima parte, finalità sociali connesse alle esigenze del territorio.

L’Agenzia del Demanio ha manifestato l’interesse ad acquisire quattro immobili a Locri da utilizzare quale sede di uffici giudiziari.

La conferenza di servizi si è svolta  secondo le disposizioni introdotte dal recente D. Lgs. n. 127/2016, entrato in vigore il 28 luglio 2016., che ha modificato le norme di cui agli artt. 14 e segg. della Legge n. 241/1990 in materia, innovando radicalmente la disciplina e inserendosi nella più ampia necessità di semplificazione dei processi amministrativi. Le Amministrazioni interessate hanno avuto accesso alla sezione “Conferenza di Servizi” del sistema “OPEN Re.G.I.O.” dove sono state messe a disposizione le informazioni e la documentazione riguardanti ogni singolo immobile, secondo quanto previsto dal succitato art. 14 bis co. 2 lett. a) della Legge n. 241/1990, come di recente modificato. Trattasi di uno strumento innovativo utilizzato al fine di consentire un esame contestuale dei diversi interessi pubblici coinvolti, consentendo a ciascuno dei destinatari di esprimere in modalità sincrona ed immediata le manifestazioni d’interesse, secondo le effettive esigenze e priorità ed in totale sinergia tra tutte le istituzioni coinvolte.

Acquisite in sede di Conferenza le manifestazioni d’interesse, l’Agenzia Nazionale sottoporrà le proposte al proprio Consiglio Direttivo che, effettuata ogni verifica e valutazione di competenza, provvederà a deliberarne repentinamente la destinazione.

L’incontro è stato occasione di confronto per i Comuni per approfondire le modalità di utilizzo dei beni confiscati, tanto che, a seguito di alcuni chiarimenti, il Comune di Siderno ha riservato l’integrazione delle manifestazioni d’interesse già espresse.