Reggio Calabria: i bambini delle associazioni sportive “progettano” la riqualificazione del Palasport di Pellaro [FOTO]

Un percorso-gioco che è stato guidato da Maria Rita Cotronei, in cui i bambini di Reggio Calabria hanno progettato la riqualificazione dell’area verde

B4SPORTS_3Un laboratorio di educazione civica. “Come immaginate lo spazio ideale per il vostro tempo libero”. Da questa domanda si è scatenata la fantasia dei bambini, dagli 8 ai 10 anni, delle associazioni sportive Basket Pellaro e Polisportiva Pellarese che hanno preso parte all’iniziativa “Idee in campo: la bellezza tra sport e rigenerazione urbana”, promossa dal comitato provinciale del Centro Sportivo Italiano di Reggio Calabria, nell’ambito della fase sperimentale del progetto nazionale B4Sports.
Un percorso-gioco che è stato guidato da Maria Rita Cotronei, educatrice-architetto, in cui i bambini, accompagnati dalle famiglie e dai mister delle società sportive, hanno partecipato al laboratorio di progettazione condivisa pensato per la riqualificazione dell’area verde e parcheggio situata dietro il Palasport sul lungomare di Pellaro.
I partecipanti, divisi in squadre, hanno – come primo step - individuato le aree e gli spazi da cambiare o riqualificare. La zona, infatti, presenta un’area ludica curata con attenzione dall’associazione Amicizia e Memoria e delle zone, invece, abbandonate, divelte e imbrattate. Dopo questa prima parte i bambini – nelle varie postazioni - hanno provato ad immaginare, scrivere e disegnare sui loro cartelloni le idee di sviluppo. I nostri piccoli progettisti, muniti di colori e tante idee, hanno ripensato interamente l’area. Giochi di strada come il basket, la pallavolo ed il calcio 3 vs 3, ma anche l’arrampicata sportiva e una pista di skateboard e mountain bike tra i sogni dai bambini per quell’area.
“Il palazzetto di Pellaro, nei prossimi giorni ultimato e riconsegnato alla cittadinanza dopo anni di abbandono e incuria, – spiega Paolo Cicciù presidente del Csi Reggio Calabria che curerà la gestione per i prossimi dodici anni - finalmente diventerà uno spazio sociale e di partecipazione fruibile per i tanti giovani del territorio. Lo sport oltre a rappresentare uno strumento d’aggregazione, si pone anche come strumento di trasformazione urbana pensata dal basso”.
Può diventare – secondo il progetto B4Sports – un itinerario culturale per ripensare di spazi urbani. In un momento storico dove la strada e gli spazi urbani diventano spesso  focolai di  disagio e devianza, i piccoli “architetti di bellezza” attraverso il laboratorio sui principi e valori di sostenibilità e responsabilità sociale hanno testimoniato ancora una volta come lo sport di cittadinanza rappresenti la risposta più importante e significativa alle domande di senso dei nostri giovani.
Nelle prossime settimane, l’equipe del Csi, trasformerà le idee e le proposte in progetto esecutivo di riqualificazione urbana da inviare al sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, per la valutazione e l’eventuale approvazione definitiva. Già sentito, il primo cittadino si è subito dimostrato entusiasta e disponibile. Un’azione di responsabilità sociale tout court come spiega Cicciù: “Sarà cura del Csi e dell’associazione Giovani Domani riuscire a trovare forme di finanziamento utili alla riqualificazione dell’area a partire da quanto progettato dai ragazzi”.