Uominicidio Messina, la donna arrestata si era candidata a sindaco e dichiarava di essere residente a Reggio Calabria

CAMINITI FORTUNATA (1)Fortunata Caminiti, 48 anni, arrestata per l’omicidio di Roberto Scipilliti, il vigile del fuoco prima scomparso e poi trovato morto a Savoca, nel 2009 si candido’ a Sindaco di Mandanici (Me) suo comune d’origine. La donna, a capo della lista Avvenire, prese tre voti. I candidati della lista non ottennero neanche un voto. Dopo l’arresto il 14 gennaio scorso insieme al compagno latitante Fabrizio Ceccio, Caminiti e’ stata rilasciata perche’ nell’interrogatorio davanti al gip Eugenio Fiorentino, l’uomo si e’ assunto la responsabilita’ del possesso delle due pistole trovate nella Bmw su cui viaggiava la coppia. L’uomo e’ rimasto nel carcere di Messina mentre la donna era indagata solo per aver fornito false generalita’ ai carabinieri: ha sostenuto di chiamarsi Venusia Emanuela Romano e di abitare a Reggio Calabria.