Street food: in Calabria nasce l’idea del Kalabrillo

copertina kalabrilloFenomeno certamente di moda, lo street food nasce negli Stati Uniti come risposta anticrisi agli affitti sempre più cari. Oggi si è trasformato nel nuovo mercato del cibo, offrendo agli appassionati un servizio che cresce in termini di quantità e soprattutto di qualità. Da queste considerazioni, con la voglia di stare sempre più a contatto con la gente, dal fascino del vivere all’aria aperta, con la consapevolezza che il viaggio arricchisce lo spirito agendo come una sorta di elisir di giovinezza, nasce l’idea del Kalabrillo, un trailer by Dekanto Bistroevents, che è molto di più di una paninoteca su ruote: una vera e propria cucina capace di spostarsi su quattro ruote. A bordo, gli chef, Demetrio Albano, Antonello Delfino e Santo D’Amico si prendono cura dei passanti, degli appassionati del cibo da strada, parlano alla gente del vino, delle preparazioni che quotidianamente si inventano con fantasia e dedizione per dare un’offerta semplice e rigorosamente legata alle tradizioni della loro terra, la Calabria, una terra capace di offrire prodotti di grande gusto e di un’importanza che si fonda su una storia antica e ricca di influenze culturali giunte da tutto il bacino del Mediterraneo. Il Kalabrillo è un mezzo dedicato allo street food ma è anche lo strumento che Dekanto Bistroevents utilizza per realizzare catering, ricevimenti, eventi organizzati, o anche per allestire un pranzo o una cena personalizzata anche per pochi intimi: “la nostra cucina dove la vuoi tu”.  È il punto di ritrovo di impiegati, lavoratori e non che, per la pausa pranzo, rompono la routine preferendo un cibo veloce e buono per godersi la piacevolezza dello stare all’aperto. Dalla scelta delle materie prime e con la voglia di riscattare la loro terra, partono le ricerche per creare semplici e accattivanti preparazioni.  Gli ingredienti che non devono mai mancare? Concentrazione, disciplina, intraprendenza, fantasia e tanto divertimento. Nel menù, tra le righe, si possono leggere semplicità, storia, contemporaneità ed uno sguardo orientato al futuro. Ingredienti e preparazioni che fanno parte della grande cultura che, grazie alle numerose storiche dominazioni, hanno arricchito, in maniera talvolta sorprendente, la vita e di conseguenza le abitudini del popolo calabrese, si fondono, cambiano consistenza, assumono significati diversi per esaltare il gusto dei “frutti della terra”, del lavoro sacrificante dei produttori locali che tentano di mantenerne inalterate le proprietà. …perché il cibo viene dal lavoro, che è sacrificio, ed è per questo che merita attenzione e rispetto.