Sicilia: attesa ad Augusta nave con 210 profughi, anche molti minori

Approderà questa mattina al porto di Augusta la nave Aquarius con a bordo 124 profughi tratti in salvo domenica mattina ed altri 86 salvati da una nave mercantile

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Approderà questa mattina al porto di Augusta (Siracusa) la nave Aquarius della organizzazione italo-franco-tedesca Sos Meditarrenee, che opera in partnership con MSF (Medici Senza Frontiere), con a bordo 124 profughi tratti in salvo da un gommone grigio domenica mattina ed altri 86 salvati dalla nave mercantile ASS025 e trasferiti sulla Aquarius nella notte tra sabato e domenica. Ieri mattina una delle due donne in stato di gravidanza salvate domenica è stata evacuata a Lampedusa dalla motovedetta della Guardia Costiera. L’evacuazione della donna, una trentunenne della Costa d’Avorio all’ottavo mese di gravidanza, è stata disposta per scongiurare i rischi connessi alla permanenza a bordo per la salute della madre e del bambino. Il trasferimento si è svolto senza complicazioni. Ad Augusta sbarcheranno i 210 profughi rimasti a bordo della Aquarius: si tratta di 180 uomini e 30 donne, una delle quali incinta. 41 i minorenni, di cui 38 non accompagnati. Provengono da Nigeria, Costa d’Avorio, Senegal, Gambia, Ghana, Guinea Conacry, Burkina Faso, Guinea-Bissau, Libya, Mali, Camerun, Marocco, Niger.