Regione, Oliverio: “la Calabria ha recuperato credibilità”

Oliverio (4)E’ la programmazione delle risorse comunitarie il primo punto su cui il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, ha voluto insistere nella manifestazione “Calabria in corso” per presentare i due anni di lavoro del governo regionale. L’impegno in questo ambito e’ stato rivendicato dal governatore: “In questi due anni – ha detto – ci siamo rimboccati le maniche e lavorato sodo. La Calabria ha oggi sul tavolo dello sviluppo oltre 9 miliardi di euro frutto di una rigorosa programmazione e di una serrata contrattazione con il Governo nazionale e gli enti di Stato come Anas ed Rfi. E’ stato il lavoro piu’ impegnativo di questa prima fase di governo”. Oliverio ha tracciato sei aspetti specifici ed ha sottolineato che e’ stata recuperata “credibilita’ in ambito europeo e nazionale”. Prima fra tutti gli impegni in questa direzione e’ stata “l’accelerazione della spesa del Por 2007-2013, con “il recupero dei ritardi e dei progetti non attuati nella precedente programmazione”. Si e’ trattato, ha affermato Oliverio, di “interventi bloccati con i quali si e’ voluto ricostruire un rapporto di fiducia con gli interlocutori europei, raggiungendo un livello di pagamenti pari al 100% della spesa prevista”. Rispetto al Piano di azione e coesione, il governatore ha sottolineato “la riprogrammazione del Fondo Unico Pac 2007-2013 per un importo di 787 milioni di euro e quello relativo alla nuova programmazione 2014-2020 per un importo di 832 milioni che hanno consentito l’avvio e il completamento e progettazione di opere strategiche per il territorio”. Per le misure avviate con il Por 2014-2020, il presidente della Regione ha sottolineato il programma con circa 2,4 miliardi di euro: “Sono stati pubblicati 14 bandi per un importo pari a 178,9 milioni – ha detto – attivate 14 procedure di spesa per 21,8 milioni; selezionati, ammessi a finanziamento e riavviati progetti per 728 milioni; avviate attivita’ per la pubblicazione di bandi per 142 milioni di euro”. Altro punto riguarda le misure avviate con il piano di sviluppo rurale 2014-2020, con l’elaborazione del programma 2014-2020 per un importo di circa 1,1 miliardi miliardi e con l’emanazione di bandi per circa 333,1 milioni”. Altro punto saliente nella programmazione delle risorse, ha interessato il Patto per la Calabria e le infrastrutture del Cipe, con Oliverio che ha ricordato i relativi fondi, quindi la programmazione dell’edilizia sanitaria, considerato che all’interno del Patto Calabria e’ stato riavviato il programma straordinario di edilizia sanitaria, “risorse bloccate da oltre dieci anni – ha affermato il presidente – e che riguardano la costruzione, ristrutturazione ed ammodernamento tecnologico degli ospedali calabresi per un importo di 662,6 milioni di euro”. Infine, attenzione puntata sul porto di Gioia Tauro, con l’accordo, sottoscritto il 26 luglio 2016, che definisce un piano di interventi per il rafforzamento e lo sviluppo della competitivita’ dell’area.