Reggio Calabria: si insedia il nuovo consiglio dei dottori commercialisti [FOTO]

img_4851Un “Protocollo di legalità per i dottori Commercialisti”, è questa la prima proposta fatta dal dott. Stefano Maria Poeta in occasione del suo primo intervento da Presidente dell’Ordine. “Sarà importante continuare il percorso di miglioramento della percezione, interna ed esterna, di ciascun Commercialista iscritto anche grazie alla creazione di momenti formativi in grado di sviluppare ulteriormente competenze e conoscenze aggiornate costantemente alle esigenze dei Clienti, per erogare un servizio professionale di altissimo livello”.

Questi sono i principali spunti emersi nella riunione di insediamento del nuovo Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Reggio Calabria. Il Consiglio, che resterà in carica per il quadriennio 2017-2020, si presenta rinnovato con un giusto e prezioso equilibrio tra quanti hanno già ricoperto cariche all’interno dell’Ordine e quanti si trovano alla prima esperienza.

Presidente eletto Stefano Maria Poeta, vicepresidente Marcello Febert, i consiglieri saranno Fabio Mulonia, al quale è stato conferito l’incarico di consigliere segretario, Nicola Colella, che rivestirà l’incarico di consigliere tesoriere, Cosimo Adornato, Francesco Caracciolo, Antonello Catanese, Fabrizio Condemi, Francesco Creaco, Innocenzio Macheda e Diego Davide Ziino.

I Revisori per il quadriennio 2017-2020 saranno: Andrea Campiglia, con funzione di Presidente, Massimo Fotia e Teodora Gattuso con funzione di revisori effettivi, Vincenzo Lombardo e Mario Moschella quali revisori supplenti.

In una gremita sala conferenze della sede dell’Ordine, in via “Tommaso Campanella”, il Presidente Stefano Poeta, affiancato da don Valerio Chiovaro e dagli amici e colleghi Bernardo Femia, presidente uscente, e Carmelo Stracuzzi, già presidente dell’ordine, ha prima ringraziato quanti hanno contribuito al successo delle elezioni di novembre, per poi lanciare il programma che vedrà tutti i consiglieri eletti impegnati in una sana competizione, tutti gli iscritti chiamati e sollecitati ad assumere un ruolo propositivo per i prossimi quattro anni trovando presso la sede dell’Ordine la massima disponibilità all’ascolto e alla creazione di opportunità vantaggiose per l’intera categoria professionale.

“Quello che serve – ha dichiarato il Presidente Stefano Poeta – è equilibrio, dialogo all’interno e forte capacità di comunicare le professionalità di ciascun iscritto. L’Ordine deve rappresentare il luogo dove gli iscritti dovranno incontrarsi, dialogare, trasformare in ottime e concrete le relazioni formali che già esistono. Un luogo di cultura e crescita reciproca, un’opportunità per i praticanti e i giovani commercialisti, un’occasione di confronto per quanti, da anni, con senso di responsabilità e alta professionalità ne fanno parte. E’ mia intenzione – ha poi aggiunto – oltre al Protocollo di legalità che sarà adeguatamente ed ampiamente condiviso con le istituzioni competenti, consolidare i rapporti col mondo universitario e della scuola attraverso percorsi di ricerca ed alta formazione che vedranno il coinvolgimento degli iscritti, promuovere iniziative per rendere ancora più forte il dialogo con gli altri Ordini professionali e con tutte le realtà presenti sul territorio di riferimento nella consapevolezza che tutti possiamo e dobbiamo adoperarci nel bene di questa area metropolitana. Competenti e orgogliosi – ha poi concluso – i Commercialisti di Reggio Calabria sapranno lavorare nella giusta direzione, convinti di rappresentare una risorsa”.

Ai lavori dell’Assemblea di insediamento hanno dato il loro contributo Bernardo Femia, che ha invitato tutti all’unità per trovare soluzioni ai tanti problemi della società, Carmelo Stracuzzi, che ha evidenziato l’esigenza per i commercialisti di riscoprire i veri obiettivi della professione, Wilma Iaria, convinta che il rispetto reciproco tra colleghi rappresenti il necessario presupposto per la crescita di tutti, Marcello Febert, certo che l’Ordine si gioverà dell’esperienza dei precedenti consiglieri sommata all’entusiasmo dei nuovi eletti, e Francesco Caridi, che ha assicurato l’impegno dell’Unione giovani dottori commercialisti.