Reggio Calabria, sequestrata una vasta area del Cimitero di Condera: “rifiuti particolari” tra i morti

Sequestro preventivo di una vasta area del Cimitero Comunale sito in via Reggio Campi II tronco Condera

cimitero conderaNella mattinata odierna i Carabinieri della Sezione di P.G. del Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria unitamente a quelli del Nucleo Operativo Ecologico di Reggio Calabria, coordinati dal Procuratore Capo Dott. Federico Cafiero De Raho e dal Procuratore Aggiunto Dott. Gerardo Dominijanni della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, hanno eseguito il Sequestro preventivo di una vasta area del Cimitero Comunale sito in via Reggio Campi II tronco Condera.

L’attività di indagine svolta dai militari operanti ha consentito di appurare che l’area sequestrata viene utilizzata per lo stoccaggio di rifiuti “particolari”, quali lamierati in zinco e residui in legno di bare in disuso, variamente ed impropriamente accatastati ed ammassati, nonostante la normativa preveda che tali rifiuti, provenienti da esumazioni ed estumulazioni, debbano essere raccolti separatamente e trasportati e depositati in appositi imballaggi presso un’area ben individuata all’interno del cimitero.