Reggio Calabria, Scopelliti ricorda Salvatore Tatarella

scopelliti“Sempre attento e interessato alle evoluzioni della destra politica e al suo avvenire. Un uomo generoso, una persona per bene, un amministratore rigoroso, un baluardo degli interessi delle comunità meridionali”. Con queste parole, Giuseppe Scopelliti, ricorda Salvatore Tatarella, scomparso oggi nella sua Cerignola. L’ex parlamentare, deputato europeo, consigliere regionale e Sindaco della cittadina in provincia di Foggia, aveva 69 anni. “Ero legato a lui da una profonda stima e dai valori comuni”, afferma Scopelliti. “Non dimenticherò mai – sottolinea l’ex Governatore della Calabria – il dicembre 1993. Salvatore riuscì nell’impresa di strappare la carica di primo cittadino di Cerignola alla sinistra. Per tutta la comunità di Alleanza Nazionale, che da lì a qualche giorno sarebbe nata, fu un successo che indicò la strada sulla quale tracciare l’azione politica
partendo dal lavoro sui territori che, soprattutto al sud, avevano ed hanno bisogno di valori e cultura di destra per riemergere”. “Salvatore Tatarella – aggiunge Scopelliti – così come l’indimenticabile Pinuccio, sarà ricordato per sempre come uno degli attori principali nella formazione di un centrodestra di Governo nel nostro Paese”. “In memoria di Salvatore mi stringo al mio fraterno amico Fabrizio, ad Annalisa e Giuseppe”.