Reggio Calabria, riqualificazione dell’area Nord del Lungomare: “non capiamo perchè dobbiamo perdere così la nostra abitazione” [FOTO e INTERVISTA]

Questa mattina è stato dato l’inizio ai lavori di riqualificazione dell’area Nord del Lungomare, ma non tutti sembrano esserne felici

riqualificazione-lungomare-nord3Questa mattina è stato presentato il progetto di riqualificazione dell’area Nord del Lungomare di Reggio Calabria. Progetto che vedrà la realizzazione di un parcheggio, di una scalinata e di una passerella sul Torrente Annunziata. Il progetto mira alla riqualificazione di un’area da sempre abbandonata a se stessa e dimenticata dai cittadini. La riqualificazione per quanto necessaria non sembrerebbe al momento essere poi così utile. L’idea di creare dei nuovi parcheggi o una scalinata in un’area poco frequentata appare, di primo acchito, poco funzionale. La suddetta scalinata sarà responsabile della demolizione, non solo della Pizzeria e ristorante “L’Ancora” e della “Braceria”, ma anche di una casa adiacente alla pizzeria. La casa è di proprietà di un maresciallo di finanza e dei suoi fratelli, tra cui il famoso scultore Triglia, che da sempre sono legati all’edificio. Lo scultore aveva addirittura pensato di trasformarlo in una bellissima galleria d’arte forse più utile di una scalinata. I proprietari vorrebbero solo che la loro struttura, un edificio di 4 piani, possa essere mantenuto per poi, a loro spese, procedere ad una ristrutturazione. Sarà possibile mantenerlo?