Reggio Calabria, Raffa: “l’Aeroporto dello Stretto non può e non deve morire” [FOTO, VIDEO e INTERVISTA]

Questa mattina si è tenuta una conferenza stampa al Palazzo della Provincia di Reggio Calabria relativa alle sorti dell’Aeroporto dello Stretto

aeroporto dello stretto6Si è svolta questa mattina presso il Palazzo della Provincia “Corrado Alvaro” di Reggio Calabria la conferenza stampa tenuta dal Presidente della Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, circa le sorti dell’Aeroporto di Reggio Calabria, tema scottante e che da diversi mesi è al centro delle polemiche cittadine, regionali e nazionali. Nonostante la Calabria si stata indicata come meta del 2017 dal New York Times, l’attuale assetto del sistema viario calabrese presenta carenze diffuse e critiche. L’Aeroporto di Reggio Calabria è tra i sistemi che presenta più criticità. I cittadini della Regione Calabria, infatti, sono molto svantaggiati sotto il profilo della possibilità di spostamento e collegamento con altre aree del territorio nazionale ed europeo. La Regione infatti ha un’offerta di voli internazionali e nazionali molto limitata rispetto a tanti altri aeroporti d’Italia.  Il tanto amato Aeroporto dello Stretto continua ad essere scarsamente “considerato” dal governo nazionale. Peccato che, l’aeroporto dello Stretto, grazie alla sua posizione, ha da sempre avuto un ruolo fondamentale per la città di Reggio Calabria e anche per la città di Messina. E’ bene ricordare, infatti, che l’Aeroporto è ben collegato con la sponda messinese. Purtroppo però sono solo in pochi a vedere delle potenzialità reali.  Il miglioramento delle condizioni di collegamento della Regione porterebbe infatti ad un incremento dei flussi turistici con un incremento delle attività alberghiere e quindi un incremento dell’economia calabrese. E’ stato quindi richiesto aiuto allo Stato per poter sopperire a tali criticità, aiuto che tarda ad arrivare e che forse non arriverà mai. “La provincia di Reggio Calabria negli anni ha anticipato somme per altri soci, come la provincia di Messina e la Regione Calabria, per mantenere l’aeroporto aperto. Noi non possiamo dimenticare nè i fuori sede, nè coloro che per motivi medici necessitano di un collegamento sicuro e concreto“, dichiara il Presidente Raffa. Al fallimento della Sogas, società che si occupava della gestione della struttura, per mantenere l’aeroporto aperto dovrebbe seguire il versamento delle quote da parte del Comune di Reggio Calabria e della Regione Calabria entro il 24 gennaio. Al momento però nessuna quota è stata versata. E’ bene precisare però che “Alitalia non va via per il fallimento della Sogas. A mio parere, non tutto il male viene per nuocere visto e considerato che con tali tariffe abbiamo fatto si che il bacino di utenza si spostasse verso Catania e verso Lamezia. L’aeroporto si deve riattivare e deve divenire un centro commerciale capace di attirare anche i messinesi“, dichiara l’assessore Lamberti. Intanto è bene ricordare che qualora l’aeroporto dovesse essere chiuso, coloro che hanno acquistato i biglietti saranno riposizionati a Lamezia Terme.