Reggio Calabria, Nucera: “sulla scuola percorso condiviso, supereremo la criticità mense”

palazzo san giorgio1“Un percorso condiviso, concertato, costruito insieme ai principali attori del mondo della scuola. Lavoreremo nei prossimi giorni affinché si arrivi ad un risultato immediato. Lo faremo insieme ai genitori, agli insegnanti, ai lavoratori del mondo della scuola, affinché ogni scelta, ogni situazione, sia il frutto di un confronto aperto e trasparente, all’insegna della partecipazione civica”. E’ quanto dichiara l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Reggio Calabria Anna Nucera al termine della lunga giornata di incontri con gli operatori cittadini del mondo della scuola. “Nella giornata di oggi – ha spiegato Nucera - ho voluto incontrare i dirigenti scolastici degli istituti comunali cittadini. Insieme abbiamo preso contezza dello stato dell’arte sul tema delle mense scolastiche, sulle quali abbiamo impresso una forte accelerazione affinché la situazione, attualmente in itinere, possa arrivare al più presto in porto. Ho ascoltato inoltre le istanze dei genitori dei ragazzi delle nostre scuole e subito dopo una nutrita rappresentanza degli operatori che hanno lavorato in questi anni per l’erogazione del servizio mensa durante il precedente contratto, oggi scaduto. Tre incontri molto partecipati ed assolutamente positivi, dai quali è venuto fuori un percorso condiviso che ci porterà in breve tempo a completare la messa in sicurezza dei locali e contestualmente al completamento dei bandi per l’espletamento del servizio”. “Sono molto soddisfatta dell’interlocuzione avviata – ha concluso Nucera - tutti i soggetti coinvolti nel circuito scolastico cittadino conoscono i problemi che abbiamo riscontrato nelle scorse settimane e le soluzioni che abbiamo individuato per venire a capo della questione mense. Ci siamo dati appuntamento tra due settimane per aggiornarci sulla questione nella certezza che si lavorerà nei prossimi giorni per arrivare a destinazione in tempi ragionevoli e superare le problematiche che ad oggi non hanno consentito l’avvio del servizio”.