Reggio Calabria, la Consulta provinciale degli Studenti si confronta con le Istituzioni: “ripartire da investimenti in conoscenza e cultura”

IMG_2425Sabato 21 Gennaio al Liceo delle scienze umane di Reggio Calabria, si è tenuta l’iniziativa organizzata dalla Consulta provinciale degli studenti “Prospettive per le nuove generazioni. Formarsi e lavorare in Calabria”, un dibattito durato circa due ore quello in cui si sono confrontati i diversi rappresentanti istituzionali della regione Calabria, della città metropolitana e del comune di Reggio Calabria e i rappresentanti delle diverse scuole della provincia di Reggio Calabria.

Ad aprire i lavori sono il dirigente scolastico Alessandro De Santi e la Prof.ssa Falduto, che hanno voluto specificare quanto sia importante il legame tra la scuola, il territorio e le istituzioni.

Successivamente il Presidente della Consulta provinciale degli Studenti Francesco Nicolò, ha ribadito come la consulta degli studenti ha intenzione di lavorare in sinergia con le istituzioni, risolvendo le criticità e proponendo soluzioni innovative.

Confrontandomi con gli studenti – prosegue Nicoló – la riforma del lavoro messa in campo dal governo è fallimentare, proprio sui voucher saremo da stimolo per dire ciò che non va e creare una discussione franca e sincera già dai prossimi giorni.

Per l’assessore all’Istruzione del comune di Reggio Calabria Anna Nucera “Il compito della politica è mettere nelle condizioni gli studenti di realizzare i propri sogni nella propria terra.” Questo è il nostro compito, conclude l’assessore.

A rappresentare il consiglio metropolitano è il giovane consigliere Filippo Quartuccio che afferma quanto sia importante potenziare l’alternanza scuola-lavoro. Cercherò di essere il punto di riferimento delle nuove generazioni nel consiglio metropolitano – afferma Quartuccio – con l’istituzione di questo nuovo organismo che avrà la competenza di occuparsi degli Istituti di II grado.

A prendere la parola è l’assessore al Welfare del comune di Reggio Calabria Lucia Anita Nucera che ha dichiarato che nei prossimi giorni verrà presentata l’iniziativa “Una buona azione per Reggio” e che questa amministrazione si dovrà dedicare insieme ai giovani e agli studenti della promozione culturale, artistica e storica della città.

Per Alex Tripodi membro della commissione delle politiche giovanili al comune di Reggio Calabria e coordinatore regionale di Federazione degli Studenti “mettere attorno ad un tavolo i rappresentanti di questa nostra regione e gli studenti reggini non è stato per nulla scontato, le proposte di oggi disegnano una società più moderna ed innovativa. Il mio invito -prosegue Tripodi – è l’istituzione di un tavolo permanente tra rappresentanze studentesche e istituzionali per risolvere le criticità dell’edilizia scolastica e del diritto allo studio in Calabria”.

La proposta di Massimiliano Tramontana delle politiche giovanili di Reggio Calabria,  è quella di costruire un appuntamento in cui si possano approfondire temi attuali e complessi, come l’immigrazione, su cui si è davvero poco informati, luoghi comuni apparte.

A concludere i lavori è stato il consigliere regionale delegato della giunta per le politiche giovanili Giovanni Nucera, che ha risposto alle diverse questioni e proposte messe in campo degli studenti.

“Anna deve avere le stesse opportunità degli studenti di Roma, Milano e Londra” così risponde il consigliere Nucera alla giovane studentessa.

Infine il consigliere delegato da Mario Oliverio afferma :

“La prima grande opportunità siete voi: i nostri giovani, il tesoro del futuro della nostra collettività. Dobbiamo essere più forti delle contingenze, stabilire una proficua interlocuzione con le Istituzioni, continuare a batterci per le nostre lotte, non dimenticarci mai del bagaglio umano e culturale di cui siamo portatori e testimoni. Dalla nostra, noi rappresentanti dobbiamo impegnarci responsabilmente per rendere la nostra terra più fertile, giusta e accogliente nei riguardi di chi oggi ha il futuro in mano. Il loro futuro è il nostro futuro.