Reggio Calabria, in Prefettura incontro sulla situazione dei minori non accompagnati

alfano a reggio prefettura (2)“Si è tenuta nella mattinata odierna, alle ore 11.30, presso questo Palazzo del Governo, una riunione su richiesta di una delegazione di minori stranieri non accompagnati ospitati presso la palestra ‘Scatolone’ di questa città. All’incontro hanno partecipato tra gli altri, l’assessore alle Politiche sociali, Welfare e Politiche della Famiglia – Pari opportunita’ e Minoranze linguistiche del Comune di Reggio Calabria, il coordinatore sbarchi per lo stesso Ente e il presidente dell’associazione nazionale carabinieri – sezione di Reggio Calabria”, è quanto scrive in una nota della Prefettura di Reggio Calabria. “Nel corso della riunione sono state approfondite le criticita’ rappresentate dalla delegazione. In particolare – prosegue la nota- i minori hanno chiesto di conoscere quando potranno essere trasferiti in strutture dedicate e, nel contempo, in attesa di detto trasferimento, hanno richiesto di poter fruire di migliori condizioni di accoglienza, con particolare riferimento al cibo, al vestiario, all’attivita’ di formazione linguistica che rappresenterebbe per loro un passo significativo nel percorso di integrazione. A tale riguardo, l’assessore Nucera ha assunto l’impegno di concordare personalmente con la societa’ che gestisce il catering gli standard qualitativi del cibo fornito, anche modificando gli orari in cui i pasti vengono consegnati”. “In relazione alle iniziative volte a favorire l’integrazione culturale, la Prefettura – prosegue – ha assicurato che si fara’ promotrice di ogni necessario intervento per l’organizzazione di un corso di formazione in lingua italiana e, a tal fine, saranno interessate le autorita’ competenti per eventuali percorsi di inserimento nelle scuole. Momenti di integrazione, peraltro, sono alla costante attenzione della Prefettura e delle associazioni di volontariato che si occupano di migranti e proprio presso la palestra ‘Scatolone’, durante le passate festivita’ natalizie, si e’ tenuta una manifestazione di solidarieta’ rivolta ai minori stranieri non accompagnati: un’occasione di scambio interculturale, un momento di integrazione e aggregazione che va oltre l’attivita’ di primo soccorso ed assistenza degli immigrati, nel pieno rispetto dello spirito di servizio che anima il mondo del volontariato e anche dei Club service. Nei giorni scorsi, in coincidenza del forte abbassamento delle temperature, e’ stato fornito un termoventilatore per riscaldare il suddetto centro e sono stati donati diversi capi di vestiario”. “Infine – conclude la nota – è stato rappresentato che nella giornata di giovedi’ prossimo si terra’ una riunione con l’Unicef e le associazioni che curano l’accoglienza nei vari comuni della provincia per un complessivo approfondimento delle problematiche che riguardano i minori stranieri. Il monitoraggio sulle strutture di accoglienza da parte dell’ufficio territoriale del governo e’ costante e, a tale riguardo, viene svolta una continua attivita’ di verifica della qualita’ dei servizi erogati a tutela sia della dignita’ all’accoglienza e all’assistenza dei migranti sia della legalita’”.