Reggio Calabria, celebrato il congresso di base della Cisl Fp: Giuseppe Falcone è il nuovo segretario aziendale

Cisl-SiciliaProsegue senza sosta la maratona in casa CISL Funzione Pubblica con la celebrazione in tutti i posti di lavoro del pubblico impiego dei Congressi di base per il rinnovo degli Organismi delle Strutture Aziendali Sindacali. Nei giorni scorsi è stato celebrato il congresso sui posti di lavoro del Comune di Reggio Calabria che ha visto coinvolti gli iscritti, i dirigenti sindacali e la Segreteria della Cisl FP. La partecipazione è stata particolarmente alta, con spirito democratico sono stati affrontati i problemi con cui i dipendenti del Comparto pubblico devono lottare quotidianamente per vedere affermata la loro dignità e la sacralità dei posti di lavoro nell’ottica dell’efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa. Sicuramente molto interesse ha destato l’intervento del Segretario Generale della CISL FP reggina, Luciana Giordano, relativo alla sottoscrizione a livello nazionale dell’Accordo del 30 novembre 2016 sul lavoro pubblico che dovrebbe sbloccare, finalmente nel 2017, la contrattazione nazionale con il giusto riconoscimento degli aumenti contrattuali (fermi da circa 8 anni). Un accordo che sancisce un cambio di passo voluto dal movimento sindacale ed ottenuto grazie alla mobilitazione coraggiosa e determinata di milioni di lavoratori pubblici. Altrettanto interesse è stato posto alla situazione locale, infatti, proprio nel Comune di Reggio Calabria a dicembre 2016, è stato siglato il contratto collettivo decentrato 2016 parte economica e parte giuridica mettendo fine ad anni di confronti e di lotta sindacale e ripristinando i diritti dei lavoratori. Sono emersi durante l’incontro criticità ed aspettative che dovranno essere affrontate nei prossimi tavoli sindacali con l’Amministrazione. Per citarne alcune: l’attivazione della progressione economica orizzontale, attesa da tanti lavoratori da oltre dieci anni e fortemente richiesta dalla Cisl FP; la previsione di maggiori incentivi per compensare l’impegno professionale di quel personale che sta lavorando ai piani di razionalizzazione che portano significative economie all’Amministrazione e alla cittadinanza. Altro argomento di forte impatto è stato quello relativo alla condizione lavorativa delle maestre, che pur svolgendo un lavoro fondamentale per il futuro della società non si vedono riconosciuti il giusto status e le tutele cui avrebbero diritto, sono cronicamente sotto organico e per tale ragione spesso sono costrette per etica professionale a rinunciare ad istituti contrattuali fondamentali per garantire il loro importante contributo alla crescita degli studenti. Stessa situazione tra il personale che opera presso i cimiteri, laddove si registra carenza di personale e la mancata erogazione di indennità spettanti a vario titolo.

Il dibattito non poteva non incentrarsi anche e soprattutto sulla recente vittoria incassata dalla CISL FP  con la senten­za del 07 gennaio 201­7 con la quale il Giudice del lavo­ro ha­ condannato l’Amminis­trazione Comunale per­ comportamento antisindacale perpetrato ai danni della CISL FP dal dirigente d­ella Polizia Municipa­le, avv. Carmelo Nucer­a, con una serie di at­ti illegittimi contr­ari alle più elementa­ri norme di diritto s­indacale (trasferime­nto dirigente sindaca­le, diniego di permes­si sindacali, sanzion­i disciplinari per as­senze a seguito dista­cco sindacale). Una sentenza c­he da un lato ristabi­lisce i diritti sinda­cali e dall’altro met­te in risalto la poca­ conoscenza delle nor­me da parte del dirig­ente Nucera. Si spera che la sent­enza serva da monito per affrontare seriam­ente le problematiche­ della Polizia Municipale e per verificare la legittimità di altri atti l­asciati in eredità al­ Comando dal citato dirigente e già ampiamente contestati dalla CISL FP. Il riferimento è al parere tecnico  ­rilasciato (­tra l’altro senza averne titolo in quanto­ non in possesso dei r­equisiti giuridici) per il Regolamento del Corpo, ch­e presenta una serie di illegittimità già denunciate dalla scrivente Organizzazione Sindacale in Commissione con­siliare e al parere t­ecnico rilasciato per­ il trasferimento di ­ben 20 agenti (idonei ­al profilo) ai ruoli c­ivili della Amministr­azione comunale, in co­ntrasto alle norme contrattuali e a quanto­ sancito dalla legge ­quadro in materia di Polizia ­Municipale. Per non parlare poi della inopportunità di svuotare ulteriormente un Settore che già soffre per la carenza di personale. Per quanto concerne il Regolamento della Polizia Municipale, che si vorrebbe modificare inserendo una disposizione con cui si affidano aprioristicamente funzioni dirigenziali al vice comandante senza altra valutazione, è stata ribadita la stortura di tale previsione dal momento che tali funzioni non possono essere date a dipendenti di categoria D, come peraltro ha pacificamente sancito la Corte Costituzionale e che, in ogni caso, un sistema basato su regole trasparenti non può non procedere su una valutazione comparativa fra i vari Ufficiali in servizio al Comando, basata sui titoli e sui curriculum  professionali. Forte solidarietà è stata espressa all’Ufficiale del Polizia Municipale, Dirigente della CISL FP, ingiustamente ed assurdamente licenziata per ragioni astruse ed incomprensibili, il cui destino si deciderà in sede giudiziaria. E altrettanto forte è stata la richiesta di esigere l’individuazione, una volta per tutte, di un Dirigente/Comandante presso il Settore Polizia Municipale e il riconoscimento dei buoni pasto per il personale dell’Area di vigilanza nonché la conferma dell’indennità di disagio per il personale esterno, creando un elemento di discrimine economico tra il personale interno e quello esterno. Tanto è il lavoro da svolgere per affermare questi fondamentali diritti ma nell’ottica di una fattiva collaborazione con l’Amministrazione, così come sempre auspicato dalla Cisl FP, le varie istanze potranno essere sicuramente vagliate e soddisfatte. I lavori sono terminati con l’elezione del nuovo Segretario aziendale, Giuseppe Falcone, e con i componenti della Segreteria aziendale, Aldo Russo e Isabella Topputi. Sono stati eletti, altresì, i seguenti componenti il Direttivo Aziendale: Felice Cacurri, Vincenzo Chirico, Santo Albano, Francesca Mauro, Antonino Battaglia, Daniela Cutrupi, Tommaso Aldo Lombardo. Il nuovo gruppo dirigente della CISL FP in seno al Comune di Reggio Calabria proseguirà l’attività sindacale con lo stesso impegno profuso negli anni passati e nell’ottica di creare sempre più sinergia e maggiore condivisione delle iniziative con gli iscritti.