Reggio Calabria, caso di buona sanità a Villa Aurora “profonda stima nei confronti di tutto il personale”

Reggio Calabria, caso di buona sanità a Villa Aurora: “profonda stima nei confronti di tutto il personale”

villa-auroraCaso di “buona sanità” presso Villa Aurora Reggio Calabria, grazie alla testimonianza di una paziente, Elena Pomo, la quale ”ringrazia tutto il personale Sanitario della Casa di Cura della  Clinica “ Villa Aurora” di Reggio Calabria.  Esprimo  una semplice e sintetica riflessione  sulla attuale politica Sanitaria  che “commissariare “ vuol dire precludere ,distruggere ,disgregare, innovazione e tecnologie in metodologie  rivoluzionarie  nel nostro contesto sociale.Non vorrei fare polemiche ,ma quando si parla di tagli alla Sanita si infierisce contro la grande professionalità ,crescita è  rettitudine di molti operatori ,Uomini che spontaneamente  e con fattori critiche a sfavore, portano esempio fondamentale nel nutrire e regolare, una accellerata   attività di supporto  alla ricerca ,al diritto ,alla salute del cittadino . Esprimo un forte sentimento di gratitudine al   Direttore  del Centro Endometrosi ginecologia ostetricia  Primario  dott. Rosario Idotta,della sopracitata “ Casa di Cura”  - che mi ha accompagnato  in questo mio altro problema di salute,dandomi  fiducia nelle cure fino ad intervento avuto ,usando e favorendo compattezza di alta professionalita e umanita . In particolare la grande famiglia di equipe, che  mi hanno fornito elementi   vari  su aspetti  diagnostici , relativo  alla mia patologia,   del percorso che dovevo affrontare , provvedendo con informazioni ed utilizzando  sostanzialmente ,compattezza   nel tranquillizzare la mia persona ; assistendomi passo dopo passo , alimentando molta disponibilita e con assistenza  costante .Sottolineo che il  mio dire ,è indice di positivita e conferma ,che l eccellenze che ho sempre evidenziato di medici e infermieri  ed anestesisti ,sono segno tangibile della buona Sanita al Sud.Di conseguenza sono convinta che , la speranza apra in  futuro porte di qualificare e coltivare , sempre piu  con scienza e coscienza” come mi è stato dimostrato .Un doveroso grazie  a coloro i quali citerò e coloro che hanno in me ,segnato un’altra pagina di conoscenza. Cito per ordine :Primario Dott. Rosario Idotta, Anestesista. Dott. Polimeni, Ferrista F. Nicolò, Capo Sala op. Antonella Agati, Infermieri Marino Tiziana, Dambra M. Rosaria, Mancini Maurizio, Dott.ssa Maria Grazia Germanò, Dott.ssa Angela Puntorieri, Dott. Francesca Laganà E tanti altri che non ricordo i nomi ,ma che sono stati partecipi alle mie preoccupazioni del momento. Un grazie di cuore”.