Reggio Calabria: al via ai lavori di rigenerazione dell’area Nord del Lungomare Falcomatà [FOTO, VIDEO e INTERVISTA]

Questa mattina è stato dato il via ai lavori di rigenerazione dell’area nord del Lungomare Falcomatà di Reggio Calabria

riqualificazione-pineta-zerbi22Giornata importante per la città di Reggio Calabria che questa mattina ha visto l’apertura dei cantieri per la riqualifica dell’area a nord del Lungomare Falcomatà nel tratto compreso tra la Pineta Zerbi e il Porto cittadino. La conferenza stampa si è tenuta all’interno del Museo della Musica cittadino, luogo di cultura e arte, che qualche anno fa fu vittima di atti vandalici. Durante la conferenza sono intervenuti il sindaco della città metropolitana, Giuseppe Falcomatà, l’assessore alle Politiche Comunitarie Giuseppe Marino e l’Arch. Giandomenico Chirico. Il progetto mira ad unire il quartiere Candeloro, area degradata e abbandonata all’incuria, al tessuto urbano attraverso strutture altamente innovative, tecnologiche e rispettose dell’ambiente. Gran parte dell’area sarà trasformata in un parcheggio dotato di un impianto ad energia solare, pannelli a forma di albero, e di stazioni per la ricarica di vetture elettriche. “Questo progetto non è un’opera isolata, ma si incastra bene con il grande progetto che vuole incrementare il rapporto tra la città ed il mare“, dichiara l’Ass. Marino. Il progetto, che riguarderò un’area di 6 ettari e mezzo, si propone di ricucire la città con l’area del porto. La “ricucitura” avverrà attraverso una scalinata che porterà ad un percorso pedonale e ciclabile oltre che alla creazione di un ponte sul torrente Annunziata. “L’inizio dei lavori non è stato stabilito così per caso. Non è il completamento burocratico di atti, ma è il figlio di una filosofia più ampia e generale che vuole valorizzare il patrimonio di questa città. Noi riusciremo a vincere la sfida dei tempi non solo grazie al ruolo della politica che accompagnerà le ditte, ma soprattutto attraverso un controllo sociale continuo e reale“, conclude il sindaco Falcomatà. Oggi sono stati consegnati quindi i lavori che termineranno il prossimo anno.