Primo dell’anno a Brancaleone vecchia per il tour di Kalabria Experience

kalabria-experienceAnche a Brancaleone ha inaugurato il nuovo anno con una iniziativa che ha riguardato il borgo antico di Brancaleone Vetus dove un gruppo di visitatori ha scelto di godere della prima alba proprio nel borgo abbandonato di Brancaleone. Il gruppo del progetto Kalalabria Experience Tour, creato e sostenuto in questi anni dalla Pro-Loco di Brancaleone si è dato appuntamento tra le rovine di Brancaleone vecchia per assistere al sorgere del sole. Tanti i fotografi e gli appassionati presenti e tra loro anche un discreto numero di presenze provenienti dal Reggino e dalla Locride che dopo aver salutato il nuovo anno, hanno potuto immergersi nella storia millenaria che caratterizza questo luogo, ormai oggetto di valorizzazione e promozione turistica perseguito dalla locale Pro-Loco presieduta da Carmine Verduci. L’idea è partita proprio dal gruppo di Kalabria Experience che ha scelto di immortalare i ruderi ed il panorama di Brancaleone vetus per celebrare così la nascita di un nuovo anno ricco di straordinarie iniziative legate a questa nuova forma di marketing territoriale che porta i Calabresi alla riscoperta di luoghi e territori quasi del tutto sconosciuti, unendo l’esperienza alla cultura. Una full immersion nella natura di questo luogo intriso di storie e leggende che oggi, grazie all’immenso lavoro dei volontari della Pro-Loco di Brancaleone , non smette di attrarre importanti collaborazioni su tutto il territorio. Il borgo con il suo fascino immutato, sa regalare emozioni e sensazioni che rievocano il fascino e la natura di questo borgo abbandonato, che vuole rivivere grazie ad una discreta presenza turistica nell’arco dell’anno. L’auspicio – ha dichiarato Carmine Verduci Presidente della Pro-Loco di Brancaleone nonché ideatore e promotore del progetto Kalabria Experience tour- è quello che la rivalutazione dei borghi antichi che oggi sono fuori dai circuiti turistici più in voga, regali ad ogni visitatore l’emozione di trovarsi in luoghi che hanno ancora molto da raccontare e far vedere. Il mio impegno per questo 2017 sarà quello di continuare su questa linea sia dal punto di vista Istituzionale che da quello personale, perchè sono convinto delle enormi opportunità di sviluppo turistico del nostro paese e del territorio in generale. Numerose sono state e saranno le iniziative legate alla promozione del Sito archeologico Urbano di Brancaleone Vetus istituito nel 2008 grazie ad un importante opera di restauro e conservazione effettuato dalla Soprintendenza delle Belle Arti e del paesaggio, e che oggi a causa di numerose incombenze legate a fattori di dissesto idrogeologico minacciano l’intera area in questione. Numerosi sono stati gli appelli durante questi ultimi due anni agli organi competenti, giornali e TV si sono interessati alle reali problematiche che stanno mettendo in ginocchio il turismo di questo luogo, e numerose le iniziative di volontariato sono state sostenute grazie a donazioni private legate al progetto #salviamobrancaleonesuperiore che continua e continuerà fino a quando non si saranno affrontate le emergenze che stanno mettendo a dura prova il borgo e la fruibilità. Mi auguro – conclude Verduci – che quest’ultima iniziativa spontanea possa essere motivo in più per dar forza a credibilità al progetto con la speranza che possa stimolare gli organi competenti chiamati a vigilare sul patrimonio storico-archeologico e naturalistico di questo territorio.