Pranzo indigesto per il Genoa, Napoli e Roma ok: cuore Lazio, Sassuolo show

Nel match delle 12:30 il Cagliari travolge il Genoa per 4-1; nelle partite pomeridiane arrivano i successi di tutte le big, il Sassuolo annichilisce il Palermo grazie ad un super Matri, Samp ed Empoli non si fanno del male

LaPresse/Gerardo Cafaro

LaPresse/Gerardo Cafaro

di Claudio Corso - Giornata piena di emozioni quella valevole per la prima giornata del girone di ritorno, la ventesima dell’intero campionato; dopo gli anticipi del sabato che si sono conclusi con le vittorie di Bologna e Inter,rispettivamente ai danni di Crotone e Chievo, la domenica calcistica comincia già dall’ora di pranzo con il “lunch match” Cagliari-Genoa.Partita ricca di gol e colpi di scena che termina per 4-1 per i padroni di casa che, nonostante il gol iniziale del solito Simeone, acciuffano il pari con l’ex Borriello e passano in vantaggio allo scadere del primo tempo con una rete piuttosto fortunosa di Joao Pedro. Nel secondo tempo tutti si aspettano una reazione degli ospiti che invece, nel giro di 15 minuti, vengono affondati dai gol di Borriello e Farias su calcio di rigore; nel finale espulsione per il difensore rossoblù Capuano che però non cambia le sorti del match. Con questa vittoria il Cagliari raggiunge quota 26 punti e il decimo posto in classifica mentre il Genoa rimane inchiodato alla quattordicesima posizione.

Alle 15 sono 5 i match in programma : Napoli-Pescara, Udinese-Roma, Lazio-Atalanta, Sassuolo-Palermo e Sampdoria-Empoli.

Successo per 3-1 del Napoli ai danni del Pescara; dopo un primo tempo privo di emozioni, i partenopei in due minuti vanno in gol per ben due volte con Tonelli su schema da calcio piazzato e poi con Hamsik con un tiro al volo a incrociare su splendido lancio di Zielinski. Al 85’ arriva il 3-0 con Mertens mentre allo scadere arriva il gol della bandiera siglato da Caprari. Il Pescara sempre più vicino alla Serie B mentre il Napoli conferma il terzo posto in classifica alle spalle della Roma.

Una Roma che continua a vincere ed espugna anche la Dacia Arena di Udine grazie ad una splendida girata di Nainggolan in avvio di partita; la Roma avrebbe anche l’occasione di raddoppiare e chiudere definitivamente la pratica già al 17’ ma Dzeko tira in curva il rigore del 2-0. Nel secondo tempo, nonostante ripetute occasioni, l’Udinese non riesce a sfondare il muro innalzato dal portiere polacco Szczesny che si ripete dopo la super prestazione di Genova della scorsa settimana. I giallorossi tornano dunque a -4 dalla vetta in attesa del posticipo di stasera Fiorentina-Juventus.

Nella capitale può sorridere anche la sponda biancoleste che batte per 2-1 l’Atalanta in una sfida dal profumo d’Europa; gli ospiti passano in vantaggio con il gol di Petagna che, indisturbato, stoppa e tira al volo all’interno dell’area e trafigge Marchetti. Poco prima della fine del primo tempo però, la Lazio trova il pareggio con Milinkovic-Savic che prende il tempo a Zukanovic e realizza di testa non lasciando scampo a Berisha. Proprio il portiere albanese nel secondo tempo causa il rigore della vittoria abbattendo all’interno dell’area Immobile che realizza dagli 11 metri. La Lazio vola momentaneamente al quarto posto mentre l’Atalanta rimane in scia al sesto posto.

Ritrova il sorriso il Sassuolo di Eusebio Di Francesco che al Mapei Stadium non fa sconti al Palermo e surclassa gli avversari sconfiggendoli per 4-1. Gli ospiti passano in vantaggio con  Quaison che sfrutta uno splendido assist di Nestorovski ma al 14’ subiscono il gol dell’1-1 con un gol fantastico di Matri su assist del ritrovato Berardi; proprio il 25 neroverde è l’uomo partita sfornando l’assist del 2-1 per Ragusa. Nella ripresa il Sassuolo chiude il match con Matri che realizza una doppietta e con Politano a partita conclusa con un diagonale all’interno dell’area. Palermo, Pescara e Crotone rimangono le ultime 3 della classe con l’Empoli a +8 sulla zona retrocessione mentre il Sassuolo continua a viaggiare nel centro classifica.

Infine arriva uno 0-0 tra Sampdoria ed Empoli con gli ospiti che sbagliano un rigore con Michelidze.

In serata il posticipo tra Fiorentina e Juventus mentre il “Monday Night” Torino-Milan chiuderà la 20 giornata.