Polizia Municipale: il Comune di Reggio Calabria condannato per condotta antisindacale

polizia municipale“Vorremmo poter dire, “ve l’avevamo detto”, ma non è il caso di gioire su quanto accaduto nei mesi passati perché purtroppo è stata segnata una delle pagine più nere per i diritti dei lavoratori, in particolare degli operatori della polizia municipale e per i diritti della Cisl FP. Il Giudice del Lavoro di Reggio Calabria in data 12/01/2017 ha emesso la sentenza con la quale accoglie il ricorso proposto dalla Cisl FP di Reggio Calabria contro l’Amministrazione Falcomatà per comportamento antisindacale. Il ricorso verteva sui comportamenti tenuti dal Dirigente del settore Polizia Municipale, Avv. Carmelo Nucera, nei confronti di due dirigenti sindacali e quindi della Cisl FP per avere menomato e leso diritti sindacali che avevano addirittura portato all’emanazione di provvedimenti disciplinari anche duri. La Cisl FP contestò immediatamente all’Amministrazione tali condotte avvisando dell’illegittimità di esse senza ottenere risultati, giocoforza ci si è dovuti rivolgere all’Autorità Giudiziaria per il pristino dei diritti. Di seguito le condotte portate avanti dall’Amministrazione Falcomatà e dal Dirigente Avv. Carmelo Nucera:

-  veniva trasferito da un’unità operativa ad un’altra un dirigente sindacale senza previo nulla osta della Organizzazione Sindacale di appartenenza;

- allo stesso veniva impedito di partecipare ad alcune attività sindacali;

- ad altro dirigente sindacale veniva impedito di programmare la propria attività in regime di distacco sindacale, subordinando tale diritto ad un atto autorizzativo da parte del dirigente della Polizia Municipale, sfociando addirittura in alcuni provvedimenti disciplinari perché non conformi alle sue disposizioni. Il Giudice accogliendo il ricorso ha ordinato al Comune di revocare il trasferimento del dirigente sindacale ricollocandolo nell’ufficio in cui si trovava precedentemente, ha inoltre statuito che i dirigenti sindacali devono godere dei permessi e distacchi sindacali senza alcuna autorizzazione e inoltre ha annullato i provvedimenti disciplinari degli stessi. La Cisl FP ha sempre operato nel pieno rispetto della normativa vigente e si è tentato peraltro, di instaurare un dialogo con l’Amministrazione, dialogo che purtroppo non è mai avvenuto a causa del voluto silenzio da essa prodotto. Si registra questo successo e lo si condivide con tutti i lavoratori che in questi mesi sono stati ingiustamente vessati, lo si vuole condividere inoltre con l’Amministrazione Falcomatà affinché questa importante decisione giudiziaria possa servire per gettare le basi ed iniziare un nuovo percorso di confronti e collaborazione, così come la Cisl FP si è sempre auspicata, perché solo andando in questa direzione si potranno ottenere risultati a vantaggio dell’Amministrazione, dei lavoratori e della cittadinanza. Un ringraziamento non può non andare allo Studio Legale Mazzotta il quale con grande professionalità e competenza ha sostenuto le ragioni della Cisl FP portandola alla vittoria“. E’ quanto scrive in una nota Luciana Giordana, Segretario Generale Cisl FP.