Operazione “Stammer”, Staropoli (ConDivisa): “plauso agli investigatori, chiedo massima attenzione su ‘ndrine limbadesi”

Staropoli“Il nostro ringraziamento al Procuratore Nicola Gratteri, all’aggiunto Giovanni Bombardieri e agli investigatori della Guardia di Finanza, della Sezione G.O.A. del GICO del Nucleo P.T. di Catanzaro, del Generale Gianluigi Miglioli e del Colonnello Michele Di Nunnno, per la realizzazione dell’ Operazione “STAMMER”, con la preziosa cooperazione della National Crime Agency inglese (N.C.A.) , con il supporto della Polizia Colombiana, e l’indispensabile supporto del Reparto del Comando Generale e della Direzione Centrale Servizi Antidroga (D.C.S.A.)”, dichiara in una nota Lia Staropoli, Presidente di “ConDivisa”, l’Associazione che si propone di promuovere i valori etici che trasmettono le Forze dell’Ordine, per contrastare il consenso sociale. “L’operazione denominata “Stammer”, continua la nota, rivela come i trafficanti legati alla ‘ndrina dei Mancuso ricevevano disponibilità liquide anche da soggetti insospettabili, incensurati, personaggi celati dietro una facciata di liceità, che non disdegnavano di fare affari con le potenti ‘ndrine vibonesi, tramite delle “puntate” per l’acquisto all’ingrosso della cocaina“. Proprio da Limbadi, roccaforte della ‘ndrina dei Mancuso, la Staropoli lancia un appello: “queste ‘ndrine precedentemente sottovalutate, hanno avuto il tempo di accreditarsi nella gestione del narcotraffico internazionale, contestualmente a livello locale dominano incontrastate su ogni millimetro di questo territorio, coloro che osano contrastarle ricevono ritorsioni terribili su tutti i livelli, confido in una azione incisiva e determinante, i cittadini hanno bisogno di percepire costantemente la presenza dello Stato”.