‘Ndrangheta, arrestato super boss Pesce. Staropoli: “Carabinieri operano senza sosta per la nostra sicurezza”

16359019_10210379183427595_71440936_n“Il nostro ringraziamento ai Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Reggio Calabria, della locale Compagnia Carabinieri e dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, guidati dal Generale Andrea Rispoli e coordinati dai Magistrati della DDA, che in un territorio fortemente controllato dalle ‘ndrine, sono riusciti ad individuare e ad arrestare il boss latitante Antonio Pesce, gli investigatori sono arrivati al nascondiglio del boss per merito del proprio acume investigativo e della propria consolidata conoscenza del territorio, combinando le informazioni tratte dai pedinamenti , con i dati emersi dalle intercettazioni” dichiara in una nota Lia Staropoli, Presidente di “ConDivisa”, l’associazione che dalle roccaforti della ‘ndrangheta, si propone di incentivare i cittadini a cooperare con Forze dell’Ordine e Magistrati, promuovendo l’operato degli uomini e delle donne in Divisa e dei Magistrati per difendere il territorio da ogni forma di criminalità. “Già dal luglio scorso, continua la nota, dopo che il boss reggente dell’omonima ‘ndrina si era reso irreperibile, i Carabinieri avevano iniziato a controllare i movimenti di familiari e conoscenti, se solo i cittadini collaborassero costantemente con gli uomini e le donne delle Forze dell’Ordine la criminalità organizzata verrebbe arginata in pochissimo tempo”.