‘Ndrangheta, 33 arresti della cosca Piromalli. Governale: “l’organizzazione è nuova ed antica nello stesso tempo”

operazione provvidenza (2)“Sapevamo di avere di fronte una organizzazione nuova e antica allo stesso tempo, in cui la minaccia sempre piu’ intrinseca e suadente diventa affascinante per gli imprenditori”. Lo ha detto il comandante del Ros dei Carabinieri, generale Giuseppe Governale, nel corso della conferenza stampa tenuta stamani per illustrare i dettagli dell’operazione “Provvidenza”, che ha visto i Carabinieri eseguire 33 fermi disposti dalla Dda di Reggio Calabria contro la cosca Piromalli di Gioia Tauro. “Il messaggio che vogliamo dare all’imprenditoria sana di questa terra, che di fronte a imprenditori che hanno legami rilevanti con le organizzazioni criminali devono seguire la via della correttezza e della linearita’”. Il procuratore capo di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho, ha elogiato il lavoro straordinario del Ros, in particolare una minuziosa attivita’ di pedinamento tra Calabria e Lombardia: “I Ros hanno consentito di monitorare percorsi, contatti, frequentazioni, tutti i soggetti coi quali di volta in volta e’ entrato in contatto Antonio Piromalli, un’attivita’ che personalmente ho visto solo in questa indagine, percio’ mi soffermo a sottolineare la straordinarieta’ del lavoro del Ros”.