Messina: il CUS Unime supera la Messina Volley Libertas

Il CUS Unime supera la Messina Volley Libertas

SimonaSalvato alla battutaIn un caloroso PalaCUS le universitarie, sostenute da una discreta cornice di pubblico, con un secco 3-0 superano nello scontro al vertice la seconda forza del torneo, la Messina Volley Libertas, e si aggiudicano meritatamente un bel match di alta classifica, riscattando anche la sconfitta dell’andata. Divertente l’incontro, con le due squadre che hanno giocato senza risparmiarsi e lottando con grinta su ogni pallone, dando vita ad un match vivace e dall’interessante contenuto tecnico. Le cussine hanno il merito di aver metabolizzato con profitto la sconfitta dell’andata, scendendo in campo con la corretta grinta e determinazione, mettendo in pratica al meglio le precise indicazioni del tecnico Paola Laganà. Il 3-0 finale non rispecchia l’andamento del match, sempre in bilico e segnato dall’incertezza per tutti e tre i set, condizionato anche da qualche assenza nelle file di entrambe le compagini. Alla fine hanno prevalso la maggiore freschezza atletica ed un organico più completo da parte delle universitarie. MVP è Simona Salvato, che con la potenza dei suoi attacchi e le variazioni al servizio ha contribuito in maniera decisiva alla vittoria della squadra. Menzione anche per l’altra attaccante di banda, Lucrezia Albani, che ha sostenuto il peso dell’attacco con coraggio e perizia tecnica. In difesa solida la prestazione di Noemi Vadalà, che ha recuperato una moltitudine di palloni. In generale, comunque, prestazione sopra la media per tutte le cussine. Sponda Libertas, invece, colpisce l’abnegazione di Sanni Turrisi che, nonostante l’età e gli infortuni, dimostra cosa sia il vero amore per la pallavolo. CUS Unime – Libertas 3-0 (26-24, 25-22, 25-20) CUS Unime: Albani, Billè, Camarda, Donato, Mondello, Palmisano, Salvato, Sanatamaria, Settineri (k), Vadalà (L). Libertas: Bruzzesi, Catano (k), Di Giovine, Naplone, Panebianco, Rosselli, Ruggeri V., Ruggeri Y., Turrisi. Arbitro: Sabrina Montalbano