Messina, Cacciotto e Gioveni: “la via Gerobino Pilli a Camaro San Paolo è un arteria stradale da monitorare. Insufficienti interventi tampone”

palazzo zancaI sottoscritti consiglieri Alessandro Cacciotto (Terza Circoscrizione) e Libero Gioveni (Consiglio Comunale) esprimono “tutta la loro preoccupazione per le condizioni in cui è ridotta la via Gerobino Pilli a Camaro San Paolo. Non si tratta di una semplice segnalazione, perché sappiamo la condizione in cui si trovano tantissime strade cittadine; la via Pilli però,  è un caso particolare. Negli ultimi giorni, si registrano sempre più crepe, abbassamenti dell’asse stradale e cosa ancora più grave cedimenti. L’ultimo cedimento, per la cronaca, si è registrato pochi giorni fa, davanti all’ex supermercato di Camaro San Paolo, quando è addirittura sprofondato un importante “pezzo” di marciapiede. Non vogliamo certamente creare allarmismi, ma vogliamo richiamare l’attenzione sull’Amministrazione Comunale e soprattutto sui Dipartimenti competenti affinché il problema non venga affatto sottovalutato. Solo per onor di cronaca infatti, la via Gerobino Pilli, arteria principale che attraversa il popoloso quartiere di Camaro San Paolo, negli ultimi anni è stata interessata da diversi crolli, i più gravi, certamente, quelli che si sono fatti registrare il 05.12.2008 e il 13.05.2011. Non solo manto stradale, ma anche i marciapiedi che oltre ai crolli sono dissestati in numerosi altre parti creando un serio pericolo per i tanti residenti, soprattutto gli anziani. Ecco perché, riteniamo, non siano più sufficienti, semplici ricolmo buche, che per carità quantomeno attenuano i problemi ma che sia necessario un vero e proprio monitoraggio dell’intera arteria di Via Gerobino Pilli anche in considerazione che, sotto la strada, un tempo, era rigoglioso il torrente. Non può essere mera coincidenza che sistematicamente crollano parti di strada o di marciapiede. Ribadiamo: nessun allarmismo ma, nel contempo, non bisogna certamente aspettare che si verificano fatti ancora più gravi. Urge dunque uno screening dell’intera strada, per poi effettuare un vero e proprio ripristino dell’arteria con scarifica e bitumazione. Ricordiamo che i c.d. fondi ecopass dovevano servire proprio per la manutenzione delle strade e non comprendiamo come sia la via Gerobino Pilli, così come tante altre strade della città siano in pessime condizioni nonostante gli introiti ecopass non siano certamente irrisori”.