Maxi controlli a Reggio Calabria: passate al setaccio i quartieri di Ciccarello, Arghillà e Catona

polizia-notteProseguono i capillari controlli predisposti nell’ambito del Piano di azione nazionale e transnazionale Focus ‘ndrangheta, elaborato in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, estesi all’intero territorio cittadino. Nei giorni scorsi, la Polizia di Stato ha effettuato numerosi servizi volti ad una sempre più incisiva attività di controllo del territorio e di prevenzione. A tal proposito, sono stati molteplici gli interventi presso i luoghi più frequentati del centro città ed i controlli alle principali arterie delle periferie cittadine, in particolare presso i quartieri di Ciccarello, Arghillà e Catona. La ormai collaudata sinergia operativa dei numerosi Agenti della Polizia di Stato impiegati ha consentito il perfetto funzionamento del dispositivo di sicurezza e di controllo straordinario del territorio che ha visto impegnato il personale in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, coadiuvato dalle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Calabria Meridionale” di Siderno, supportato dal personale specializzato del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica che ha documentato l’intera attività operativa e con il supporto operativo del personale e dei mezzi aerei del V Reparto Volo.

Questo il consuntivo dell’attività svolta in città. Sono stati sottoposti a controllo 235 veicoli e 405 persone di cui 106 pregiudicate. Sono stati effettuati 42 posti di controllo e numerosi servizi di vigilanza dinamica che, grazie al sistema Mercurio, hanno consentito di analizzare in tempo reale 704 targhe di veicoli in transito. Sono state elevate 10 contravvenzioni per infrazioni al Codice della Strada, 4 delle quali hanno comportato la sanzione accessoria del ritiro di documenti e la sospensione della Patente di guida ed il sequestro di 3 autovetture. Inoltre, sono state effettuate 7 perquisizioni personali anche finalizzate alla ricerca di armi. Nell’ambito dell’attività di Polizia è stata denunciata 1 persona per porto abusivo di arma da taglio ed 1 persona è stata arrestata per il reato di furto aggravato nei confronti di una donna. Infine, il personale della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura, collaborato dal personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato, ha proceduto al sequestro amministrativo di 5 postazioni telematiche utilizzate da un circolo reggino per il collegamento a siti di gioco promozionali privi di qualsiasi titolo concessorio o autorizzatorio. Il dispositivo di sicurezza dispiegato dal Questore della Provincia di Reggio Calabria, Raffaele Grassi, proseguirà anche nei prossimi giorni in città ed in provincia.