Massoneria: “in Calabria si passa da 600 a 2600 iscritti”

In Calabria le iscrizioni alla massoneria sono aumentate: da 600 si passa a 2600

massoneria“Faccio parte del gruppo di fratelli iscritti al Goi che non hanno mai accettato che con le maestranze di Raffi e con questa di Bisi il Goi sia stato trasformato in un possedimento esclusivo di una componente, seppure maggioritaria del Goi, rafforzata da un ingresso massiccio di persone senza che vi sia nessun efficiente controllo. Di qui i casi frequenti di indagini e condanne di iscritti al Goi, cosa che negli anni precedenti non avveniva” dichiara l’avvocato Amerigo Minnicelli, gia’ maestro venerabile della Loggia Luigi Minnicelli di Rossano (Cs) del Grande Oriente d’Italia. “Cio’ che fece scattare la nostra preoccupazione fu nel 2011 l’arresto di Domenico Macri’”, ha proseguito Minnicelli, il quale ha riferito in Calabria da 600-700 si è passati a 2600 “e non si giustifica una crescita in questi termini in alcun modo. Tutto cio’ avviene per esercitare un controllo sulla organizzazione”, ha spiegato. Durante l’audizio c’è stato qualche scontro con la presidente dell’Antimafia Rosy Bindi. “A noi ci interessa acquisire elementi per dare sostanza alla sua reiterata accusa pubblica. Ci dica nomi e cognomi”, ha chiesto la presidente dell’Antimafia, Rosy Bindi, prima di segretare il resto della seduta. Secondo Minicelli “quando si tratta di potere ed elezioni in Calabria e nel meridione, io penso che il tentativo di trovare accordi e’ abbastanza visibile. Molti parlamentari, consiglieri comunali e regionali in Calabria si fanno aiutare dalla ‘ndrangheta per essere eletti e’ un fatto abbastanza acquisito”, ha detto, poi correggendosi: “Ci puo’ essere il tentativo di ricorrere all’aiuto di queste organizzazioni per farsi eleggere…”.