Mancano pochi giorni e gli attori dell’Officina dell’Arte regaleranno a Reggio Calabria la pièce “Se Manzoni la vedesse…sicuramente riderebbe insieme a noi”

Renè StileMancano davvero pochi giorni e gli attori della compagnia teatrale Officina dell’Arte regaleranno alla città un’inedita pièce “Se Manzoni la vedesse…..sicuramente riderebbe insieme a noi”. Un riadattamento del più celebre romanzo storico che, in scena il prossimo 21 Gennaio al teatro “Cilea”, vedrà in prima linea gli attori Peppe Piromalli nel doppio ruolo Don Abbondio e Fra Cristoforo, Tiziana Romeo nei panni di Agnese e la Monaca di Monza, Agostino Pitasi sarà il giovane Renzo mentre Mariella Fortugno vestirà i panni di Lucia, Patrizia Britti nella Perpetua, Antonio Malaspina (che cura anche la regia) don Rodrigo, Giuseppe Polimeno l’Innominato, Giorgio Casella e Aldo di Giuseppe saranno i due bravi mentre i testimoni di nozze di Renzo e Lucia i giovani attori dell’Officina Lab (laboratorio sperimentale di teatro ideato dalla compagnia Officina dell’Arte) Fabiana Latella e Santo Luvarà. Sul palco inoltre, ad allietare il tutto ci penserà un’incantevole cantastorie Nadia Labate e sei ballerine della scuola “Danzante” di Silvia Ferro. Tornando all’opera quindi, sarà una lettura dei Promessi Sposi assolutamente divertente, leggermente “strana” ma inedita con l’introduzione di una nuova “lingua teatrale”, il dialiano, composta per l’80% dalla lingua madre e per il restante 20%, dal nostro vernacolo che, oltre a dare forza alle battute, tiene vivo il ricordo della storia e tradizione calabrese. Imponenti e curate nei minimi particolari sono le scenografie ideate da Carmelo Lo Re al quale va anche il merito di aver voluto inserire nella commedia videoproiezioni che saranno di volta in volta, mostrate sullo sfondo per rendere ancora più suggestiva la storia. Incantevoli poi i costumi che indosseranno gli attori dell’Officina dell’Arte che, sempre aperta a nuove sinergie, ha instaurato una nuova collaborazione con la sartoria reggina “Stile d’epoca” diretta da Giuseppe e Renè Bruzzese, veri professionisti nel settore sartoriale teatrale. Insomma, il riadattamento de “I Promessi Sposi” sarà uno spettacolo originale dove non mancheranno risate e momenti di pura follia artistica. Anche in questa commedia, come detto, continua e si rafforza la “collaborazione” con l’OfficinaLab, il laboratorio teatrale creato dalla compagnia artistica e che, in questi mesi, ha permesso ai talenti nostrani di poter calcare il palco del teatro “Cilea” con la stessa Officina dell’Arte e farsi conoscere dal grande pubblico. Tra i prossimi appuntamenti, dopo questa sfida, l’Officina dell’Arte sta continuando a lavorare per l’atteso live dei due comici Ale e Franz, unica tappa al Sud in programma il prossimo 18 e 19 Febbraio con pacchetti promozionale accessibili a tutti.

Peppe Piromalli