La classifica delle migliori Università d’Italia 2016: Messina risale al 35° posto, Reggio Calabria crolla al 52°

Ecco la nuova classifica delle migliori Università d’Italia: pesantissimo tonfo per l’ateneo di Reggio Calabria

università-mediterranea

Il Sole 24Ore ha pubblicato oggi i ranking annuali sulla qualità delle Università italiane: dal risultato emerge ancora un Paese spaccato a metà, con atenei di ottima qualità al Nord, con parametri di alto livello internazionale e invece un Sud che continua ad arrancare. Tra le università pubbliche al primo posto troviamo Verona, poi Trento, Bologna e il Politecnico di Milano nelle prime 4 posizioni tutte invariate rispetto ad un anno fa. Il Politecnico di Torino guadagna 5 posizioni e sale al 7° posto, l’Università di Padova ne perde una ed è sesta, resta nona invece l’università di Venezia.

La prima Università del Sud è quella di Salerno, 16ª con un balzo in avanti straordinario di ben 10 posizioni. Migliora anche Messina, che sale la classifica di 4 posti superando Bergamo, Teramo, Parma e Roma Tre, posizionandosi al 35° posto in classifica. Reggio Calabria, invece, crolla al 52° posto perdendo ben 7 posizioni, facendo registrare la peggiore involuzione di tutti gli atenei. Resta ultima l’università Parthenope di Napoli, 61ª come un anno fa. Al penultimo (e 60°) posto crolla l’Università della Calabria di Cosenza, che perde ben 6 posizioni rispetto a un anno fa.

Tra le Università private, invece, la Luiss di Roma supera la Bocconi di Milano al primo posto, mentre al terzo resta saldo il San Raffaele.