Insediata la “Cabina di regia” per il monitoraggio delle opere del Patto Calabria

Insediata la “Cabina di regia” per il monitoraggio delle opere del Patto Calabria

 

LaPresse/Domenico Notaro

LaPresse/Domenico Notaro

A Catanzaro, nella sede della Cittadella, si è insediata, oggi,  la “Cabina di regia” per il monitoraggio delle opere previste dal Patto Calabria. La “Cabina di regia”, che è composta – informa l’ufficio stampa della Giunta – dal Presidente della Regione Mario Oliverio, dai segretari della Cgil Angelo Sposato, della Cisl Paolo Tramonti, della Uil Santo Biondo, dell’Ugl Ornella Cuzzupi e dal Presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca, si riunirà almeno una volta ogni due mesi. Nel corso della riunione, coordinata dall’assessore regionale al sistema della logistica Francesco Russo, sono stati affrontati i contenuti del Patto Calabria e, in particolare, tutti i programmi di spesa attinenti al progetto “Calabria sicura”. Nello specifico, sono stati approfonditi i temi relativi al rischio idrogeologico e da frana, alle bonifiche, alla depurazione, al Piano dei rifiuti, alle reti idriche ed al rischio sismico. I rappresentanti della Regione hanno illustrato l’iter procedurale, lo stato della progettazione e gli atti successivi per pervenire alle gare dei progetti già esecutivi ed alla programmazione di quelli ancora a livello preliminare o definitivo. I rappresentanti delle organizzazioni sindacali hanno sollecitato la definizione di un Piano del lavoro e dell’occupazione nell’edilizia e nei settori connessi in funzione della tempistica di realizzazione delle opere previste dal programma “Calabria sicura”. Inoltre, si è convenuto di esaminare le correlazioni della programmazione contro i rischi con le problematiche aperte su Calabria Verde e nel settore della Protezione civile. Al termine dell’incontro, i partecipanti hanno espresso un  apprezzamento sulle informazioni ricevute e sul  metodo utilizzato. La “Cabina di regia” è stata aggiornata per esaminare in modo più dettagliato i cronoprogrammi delle opere e le potenziali ricadute occupazionali. p.g.