Incredibile a Messina: l’Ospedale rimane senza anestesisti e il manager li assume ma ora rischia

sala operatoriaPer assicurare l’assistenza ai pazienti nell’unico ospedale della provincia di Messina con un reparto di cardiochirurgia, il direttore generale del Papardo, Michele Vullo, dall’1 gennaio ha assunto a tempo indeterminato due cardio-anestesisti, dopo una ‘guerra’ di carte con la Regione siciliana, cominciata il 7 dicembre scorso, per aggirare il blocco delle assunzioni nella sanita’ in vigore da 5 anni. Ieri l’assessorato regionale, guidato da Baldo Gucciardi, ha inviato una nota al prefetto e alla procura di Messina, stigmatizzando il comportamento di Vullo e annunciando “provvedimenti da porre in atto nei confronti del direttore generale”. Fino al 2016 i cardio-anestesisti del Papardo erano due medici in aspettativa dall’Azienda sanitaria provinciale. L’Asp aveva fatto sapere all’ospedale che dal primo gennaio non avrebbe rinnovato l’aspettativa; da qui la necessita’ di reperire due sostituti. Il Papardo – come si evince dai documenti pubblicati sul proprio sito – ha cercato le figure professionali disposte a sottoscrivere un contratto a tempo determinato o a trasferirsi da altre strutture pubbliche, ma senza risultato. Con l’approssimarsi della scadenza, il manager ha scritto ancora all’assessorato, chiedendo se non vi fossero nelle direttive regionali “elementi volti a impedire l’applicazione, da parte della direzione dell’ospedale, del dettato costituzionale che garantisce la salute dei cittadini”.