Immigrazione, Alfano: “accelerare su espulsioni e rimpatri”

alfano-reggio-20L’Italia sul fronte immigrazione si muove “con rigore e umanità” ed ha salvato “molte vite”, ma “non possiamo accettare da nessuno violazioni delle regole”. Lo dice il ministro degli Esteri Angelino Alfano in riferimento alla rivolta nel Centro di prima accoglienza di Cona. “Per questo – prosegue Alfano in un’intervista alla Stampa – dobbiamo accelerare su espulsioni e rimpatri: sono al lavoro per concludere accordi che diminuiscano gli arrivi impedendo le partenze”. In particolare, spiega Alfano, “c’è un triangolo di Paesi fondamentale: il Niger, con cui siamo vicini a chiudere un accordo, la Tunisia e la Libia”.

“Non sono ancora soddisfatto di come vanno le cose: si può fare molto di più”, continua il ministro degli Esteri riguardo alla cooperazione europea contro la minaccia del terrorismo islamista. “La parola chiave dei terroristi è velocità, quella che hanno avuto nell’organizzare attentati: non si può dire che la capacità di risposta dell’Europa sia stata paragonabile”.