Il Gruppo Donatori di Sangue Fratres di Letojanni ha festeggiato i suoi 25 anni di attività

0u8a8011Il 17 dicembre 2016 il Gruppo Donatori di Sangue FRATRES di Letojanni ha festeggiato i suoi 25 anni di attività. Un’attività iniziata nel lontano 1991 quando Fratres e Misericordia nascevano come unica associazione per volere di: Padre Adelino Affannato, Maria Caminiti, Maria Bonsignore, Rita Coglienti, Roberto Curcuruto, Daniela Fileti, Assunta Lapi, Antonino Alessi, Giuseppe Lo Monaco, Giuseppe Netti e Monica Pino.  Separatasi giuridicamente dalla madre biologica, grazie al prezioso sostegno della stessa e dell’Amministrazione comunale, la Fratres si dota di un’Unità fissa di raccolta sangue. Al fine di garantire l’alta qualità del servizio e la sicurezza del donatore e del ricevente, oggi il Gruppo può vantare «una struttura all’avanguardia tra le più importanti dell’area metropolitana messinese e – secondo le parole del sindaco Costa – motivo di orgoglio per la comunità intera». Grande riconoscenza ai fondatori, “padri della Fratres di Letojanni”, che hanno ricordato con commozione ciò che li ha portati a farsi carico della «cultura della civiltà dell’amore». Nella ferma convinzione che le associazioni siano «validi strumenti per aiutare gli altri», il Gruppo ha aderito al sostegno a distanza di un bambino/a ospite di una delle 3 Case Famiglia costruite in Kenya dalla Fondazione Germano ChincheriniOnlus, dando così la possibilità di studiare e ricevere cibo e cure mediche.

A conclusione del nuovo progetto “Dona… LiberaMente”, il 21 dicembre l’associazione ha aperto le porte dell’UdR di Via Monte Bianco ai piccoli partecipanti e alle loro famiglie e fatto dono del calendario realizzato grazie ai loro lavori. Insomma, la Fratres ha tanta voglia di continuare a crescere come e meglio degli ultimi due anni. Nel 2015, le 480 unità di sangue raccolte avevano portato i volontari Fratres a  porsi come obiettivo per il 2016 quello di superare le 500 sacche. Obiettivo più che raggiunto! La Fratres ha concluso il 2016 raccogliendo ben 548 sacche di sangue. Tra i dati più significativi e che fanno ben sperare per il 2017, vi sono quelli relativi alle prime donazioni e alle pre-donazioni: nel 2016, 82 persone si sono affacciate alla porta dell’unità di raccolta o del centro trasfusionale di Taormina spinte dalla voglia di donare una parte preziosa di sé: di questi, già 57 sono diventati donatori di sangue e altri lo diventeranno nel 2017. Significativo è anche il numero delle donazioni di plasma, le aferesi, che durante il 2016 sono state, da parte dei soci della Fratres di Letojanni, 22. L’aferesi richiede un procedimento più lungo e più complesso della semplice donazione di sangue ed al momento può essere effettuata soltanto al centro trasfusionale di Taormina, in quanto l’Unità di raccolta di Letojanni è sprovvista del costosissimo macchinario che permette di prelevare sangue intero, smistarne il plasma, e rimetterlo in circolo. L’acquisto di nuovi macchinari che possano rendere sempre più efficiente l’unità di raccolta di Letojanni è tra gli obiettivi dei prossimi anni, obiettivo del 2017, invece, è raggiungere e superare le 600 sacche di “oro rosso”. Per incentivare i donatori sono state incrementate le domeniche dedicate alla donazione: si comincia con 3 date a gennaio: l’8, il 15 ed il 29 e non mancheranno anche i turni infrasettimanali. Per essere sempre aggiornati si rinvia al sito www.fratresletojanni.org