Il Crotone travolge l’Empoli 4-1, festeggia la 3ª storica vittoria in Serie A e riaccende la speranza della salvezza [GALLERY]

Serie A, il Crotone batte l’Empoli 4-1 e continua a sperare nella salvezza

Crotone vs EmpoliE’ ancora festa allo Scida di Crotone per la terza storica vittoria dei pitagorici in serie A: dopo i successi con il Chievo Verona (2-0) e con il Pescara (2-1), oggi pomeriggio la squadra di Nicola ha letteralmente travolto l’Empoli con un sonoro 4-1 maturato grazie al gol di Stoian e alla tripletta di Falcinelli, che sale così a 8 gol stagionali.

Con questa vittoria, il Crotone riaccende la speranza della salvezza: proprio l’Empoli, infatti, adesso dista 8 punti, che la squadra calabrese conta di ridurre ulteriormente nel recupero dell’8 Febbraio quando allo Scida ospiterà la Juventus sempre più capolista. Un match proibitivo ma con 8 punti di svantaggio e una partita in meno, il team di Nicola non può abbandonare le velleità di salvezza anche perché quanto visto oggi in campo contro l’Empoli concede ampi margini di crescita proprio al Crotone, mentre l’Empoli ha palesato tutti i propri limiti.

E’ proprio il Crotone, infatti, a tenere vivo il campionato: Palermo e Pescara sembrano sempre più arrese alla retrocessione (addirittura il Pescara ha maturato appena 6 punti sul campo senza vincere neanche una partita). Il Crotone, invece, sta quantomeno lottando a testa alta rendendo onore alla sua prima stagione della storia in serie A. Domenica prossima alle ore 18:00 del 5 Febbraio un altro scontro diretto (Palermo-Crotone) che per i calabresi potrebbe rivelarsi vitale: l’obiettivo è la prima vittoria in trasferta nella massima serie. Contemporaneamente l’Empoli ospiterà il Torino. E pochi giorni prima dell’attesissimo recupero dello Scida con la Juventus, potrebbe davvero riaprirsi tutto.

Mentre le storiche “big” del calcio calabrese (Reggina e Catanzaro) lottano disperatamente (insieme alla Vibonese) nei bassifondi del girone C di Lega Pro, per evitare la retrocessione nei Dilettanti, il Crotone si conferma l’unica luce del calcio calabrese di questi anni.