Gioia Tauro, delegazione di Medici incontra il sottosegretario Manzione: “condizioni di vita dei migranti disastrose”

Una delegazione di Medici per i Diritti umani ha incontrato il sottosegretario Domenico Manzione per parlare delle disastrose condizioni di vita dei migranti

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Una delegazione di Medici per i Diritti umani ha potuto incontrato il sottosegretario all’Interno Domenico Manzione. I medici hanno potuto confrontarsi e parlare “delle disastrose condizioni di vita dei migranti impiegati nella raccolta degli agrumi nella Piana di Gioia Tauro, ed in particolare nella grande baraccopoli di San Ferdinando dove si trovano attualmente circa 1.500 persone. Solo due giorni fa un nuovo incendio, il secondo nell’arco di un mese, ha provocato il ferimento di tre migranti“. Esiste “un protocollo operativo che prevede, tra l’altro, l’allestimento di una nuova tendopoli é stato sottoscritto il 19 febbraio scorso nella Prefettura di Reggio, ma ad oggi è rimasto lettera morta. Le tende sono già state acquistate e l’area individuata ma non si procederà ai lavori di installazione prima della primavera“. “E’ necessario adottare misure immediate per assicurare condizioni minime di sicurezza e di dignità per i lavoratori migranti”.