Felice Anno Nuovo a Cosenza, il Sindaco Occhiuto: “città meravigliosa che ci rende orgogliosi di essere cosentini”

Sindaco-Mario-Occhiuto-1-CosenzaDifficilmente riusciremo ad archiviare l’atmosfera dal sapore magico che la scorsa notte ci hanno fatto vivere una Cosenza meravigliosa insieme a decine di migliaia di persone. Ogni anno che passa, a San Silvestro, la città si presenta sempre più bella e più viva”.

Fuori da ogni retorica, il sindaco Mario Occhiuto non può che partire da qui, dalla bellezza oggettiva, per descrivere il Capodanno bruzio 2017, avvolto da una diffusa suggestione grazie alla quale si è respirato il profondo senso della festa.

Sento un forte orgoglio – commenta Occhiutonel testimoniare che Cosenza ha rafforzato oggi la sua tradizione identitaria espressa nel Capodanno di piazza. Il messaggio che arriva dal fiume di gente che ha invaso con gioia dilagante le strade, le traverse, ogni spazio libero aperto e i locali privati della nostra città, è il messaggio di speranza concentrato nella condivisione e nell’aggregazione che ripaga il nostro impegno. Cosenza, infatti, grazie all’infaticabile lavoro dell’Amministrazione comunale, conquista un ruolo di primo piano in Calabria, e non solo, tornando riferimento di attrazione culturale.  Questo successo – sottolinea il Sindaco – è frutto di precise politiche per lo sviluppo, messe in campo da un lavoro di squadra rodato. La pop star Alvaro Soler, personaggio musicale e televisivo del momento, rappresenta una parte importante nel complessivo programma di rilancio della città sul piano dell’immagine e della visibilità. Ringrazio dunque il cantante spagnolo e la sua band, l’assessore al Turismo e ai Grandi eventi Rosaria Succurro, la delegata alla Cultura del mio staff, Eva Catizone, il dirigente del settore Giampaolo Calabrese, il responsabile dell’evento a palazzo dei Bruzi, Francesco Converso, e Stefano Senardi per il supporto a un’operazione di positività che guarda soprattutto ai nostri giovani come risorsa imprescindibile. Ringrazio le tre proposte musicali che si sono avvicendate sul palco principale prima dell’esibizione di Alvaro Soler, ovvero i vincitori del ‘Capodanno Music Contest’ che hanno scaldato il pubblico, la cantautrice Giorgia Mollo e i gruppi ‘Twist Contest’ e ‘Parkwave’, e la cosentina Roberta Cleo, menzione speciale tra le migliori proposte nella categoria singoli artisti. Ringrazio i tangheri e i bravissimi artisti di strada che, da piazza Bilotti lungo tutto corso Mazzini e fino al Centro storico, si sono fusi armoniosamente con l’allegria della gente. La mia riconoscenza va pure a Fabio D’Ippolito per la maratona della simultanea diretta televisiva e radiofonica che ha raggiunto chi non ha potuto partecipare. E ringrazio, ancora, i numerosi dj set presenti in varie zone cittadine, citando, su tutti, la punta di diamante Dan Ralph Martin, dei Kasabian, rock band inglese di grido, che davanti al teatro Rendano ha fatto scatenare i ragazzi in piazza XV Marzo facendo l’alba. Ma già dal pomeriggio del 31 dicembre, mi piace sottolinearlo, Cosenza si presentava incantevole grazie alla promozione dello street food che, con l’assessore alle Attività Economiche e produttive Loredana Pastore, ha saputo coinvolgere gli operatori con un ottimo riscontro. Tutto, insomma, ha funzionato per il meglio, oltre ogni rosea previsione. Tengo a ringraziare ogni singolo cittadino e ogni visitatore per la maturità civica dimostrata, visto che durante un’affluenza tanto straordinaria non sono stati registrati incidenti. La macchina organizzativa è stata impeccabile, considerando anche i numerosi pullman di turisti arrivati sul territorio per godere del ricco calendario di spettacoli, così come pure il gravoso allarme per la sicurezza internazionale che ha imposto misure di prevenzione eccellenti. Hanno funzionato i servizi pubblici predisposti nel dettaglio dall’Amaco e ha funzionato il piano della mobilità. Ringrazio la Giunta e i miei collaboratori, il vicesindaco Jole Santelli, il capo di gabinetto Antonio Molinari, il comandante della Polizia Municipale Giovanni De Rose e i suoi instancabili agenti, il cui ruolo è risultato fondamentale sia per la chiusura delle strade che per la gestione dell’ordine pubblico. La sinergia tra istituzioni ha visto poi il preziosissimo contributo del Prefetto, come anche del Questore, del Comandante dell’Arma dei Carabinieri, dei Vigili del fuoco, del Corpo forestale dello Stato e della Guardia di Finanza: grazie, davvero, a tutti. E in questa doverosa sequenza non posso assolutamente saltare di evidenziare – prosegue Mario Occhiutol’apporto dei volontari ENSI e dell’Associazione volontari dei Carabinieri. Un ulteriore grazie, poi, come sempre, a chi ha consentito di riportare i luoghi attraversati dalle folle a un’istantanea pulizia, ovvero gli operatori di Ecologia Oggi e delle Cooperative sociali che si occupano dello spazzamento manuale. Grazie ai medici delle unità di soccorso, alla Bilotti Parking e ai funzionari comunali e grazie, infine, soprattutto a questa bellissima città che ci fa sentire orgogliosi di essere cosentini. Buon anno nuovo a tutti”.