Cosenza: sottoscritto un accordo di collaborazione in campo scientifico e tecnologico

Provincia di CosenzaÈ stato sottoscritto in data odierna l’accordo di collaborazione in campo scientifico e tecnologico, con cessione di beni mobili, fra la Provincia di Cosenza rappresentata dall’Avv. Graziano Di Natale, in qualità di Presidente dell’Ente, l’Università della Calabria – Dipartimento di Studi Umanistici, Sezione Archeologica – nella persona del Direttore della Sezione Archeologica, Prof. Giuseppe Roma e Telespazio S.P.A. rappresentata dal Dr. Luigi Pasquali in qualità di amministratore delegato. L’accordo stipulato ha validità triennale dalla data di sottoscrizione e si concretizzerà nell’attivazione del Laboratorio di Telerilevamento satellitare per la valorizzazione, lo studio e la tutela dei siti archeologici; nell’organizzazione di seminari e workshop di formazione, secondo modalità che verranno disciplinate in specifici protocolli, all’occorrenza finalizzati anche all’aggiornamento ed alla formazione del personale della società; nella verifica con l’Arma dei Carabinieri, Gruppo Tutela del Patrimonio Artistico, della possibilità e dei requisiti della funzionalità del monitoraggio dei siti archeologici. In merito allo svolgimento delle attività e al ruolo delle parti, la Provincia di Cosenza si è impegnata a fornire le attrezzature di telerilevamento satellitare, attualmente allocate nel proprio Laboratorio, all’Università della Calabria, presso la sede individuata dalla stessa e a contribuire  alle attività di studio e di ricerca, offrendo la collaborazione gratuita di proprio personale esperto; l’Università si è impegnata ad individuare i locali dove allocare la sede del Laboratorio presso il Dipartimento di Archeologia e a provvedere, a proprie spese, al trasferimento delle attrezzature, al loro riadattamento e al posizionamento dell’antenna bidirezionale; Telespazio si è impegnata a partecipare ai piani di sviluppo, collaborando per gli aspetti tecnici della realizzazione del Laboratorio e alla esplorazione di richieste di applicazioni a livello nazionale ed internazionale. Nell’ambito di tale scenario, inoltre, l’Arma dei  Carabinieri – Gruppo Tutela del Patrimonio Artistico – in qualità di osservatore, è interessata a valutare eventuali applicazioni future, nonché a verificare la possibilità di utilizzare i risultati delle attività per il monitoraggio e controllo del patrimonio dei siti archeologici. Soddisfatto il Presidente Di Natale, per il quale “ancora una volta la Provincia di Cosenza promuove, sostiene e sviluppa politiche a favore dell’innovazione, della ricerca, del progresso tecnologico e di best-practices, per garantire al territorio servizi pubblici sostenibili di elevata qualità”.