Cosenza: “l’Unical rispetti le normativi vigenti e mantenga gli equilibri formativi”

I rappresentanti degli studenti hanno invitato l’Unical a rispettare le normative vigenti per la formazione di nuovi corsi di Laurea

unical1-300x225Apprendiamo dai quotidiani che l’Unical avrebbe intenzione di attivare corsi di laurea afferenti alle professioni sanitarie. A tal propositivo ci preme ricordare che la normativa vigente, cosi come ribadito già dal Coruc nell’anno accademico precedente,  non consente l’attivazione a pioggia di un corso di laurea afferente alle professioni sanitarie perché l’ateneo DEVE già avere attivi il Corso di laurea in Medicina. L’invito che rivolgiamo all’Unical è di rispettare le normative vigenti e di mantenere equilibri formativi all’interno degli atenei calabresi, tali da distribuire in modo razionale i saperi e i corsi di laurea, evitando dunque sovrapposizioni e “doppioni” che genererebbero solo confusione ed inutile dispersione. L’Università Magna Graecia di Catanzaro è l’unico ateneo in Calabria al quale afferisce la Scuola in Medicina e Chirurgia, e dunque l’unico che possiede i requisiti previsti dalla legge, oltre che formativi e logistici: Azienda ospedaliera, laboratori didattici, attrezzature mediche e scientifiche. Difenderemo in ogni sede tali priorità nel rispetto della normativa e del lavoro di quanti si sono profusi per ottimizzare l’offerta formativa dell’UMG“, concludono I rappresentanti degli studenti eletti nell’Area Medica Giuseppe Mercurio, Consiglio di Amministrazione UMG, Vincenzo Bosco Senato Accademico UMG, Silvia Garo, Gianluca Sellaro Scuola di Medicina e Chirurgia, Ettore Ventura,  Gilda De Paola Consulta studenti Medicina, Federico Pirrò, Antonio Branca Commissione Paritetica Medicina e Chirurgia.